Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Liverpool, cassa integrazione ma stipendi garantiti al 100%

Il club Campione d'Europa mette alcuni dipendenti in cassa integrazione ma garantisce comunque la busta paga completa.

Redazione Il Posticipo

L'emergenza Coronavirus impatta anche il Liverpool. Come riportato da un comunicato apparso sul sito ufficiale del club, i Campioni d'Europa accettando le buone intenzioni di chiudere la stagione, precisano alcune misure economiche prese in seguito alla diffusione della pandemia.

CASSA INTEGRAZIONE -  La priorità del Liverpool è garantire la salute e il benessere dei calciatori e di tutti i componenti dello staff. Nonché della sostenibilità economica di un club che ha un forte impatto sociale ed economico sul territorio: "Sono state prese varie misure per proteggere gli interessi del club e dello staff a breve e a lungo termine. Il Liverpool FC ha messo in cassa integrazione alcuni membri del personale. Il club ha confermato che tutti verranno pagato al 100% delle proprie retribuzioni per garantire che nessuno sia finanziariamente svantaggiato. C'è un impegno collettivo per una soluzione che garantisca sicurezza ai dipendenti in questa crisi senza precedenti".

ATTIVITÀ - Il club ha inoltre elencato le diverse attività intraprese in questo periodo. "Il Liverpool ha anche lanciato 'LFC Connect'; un'iniziativa contro l'isolamento sociale volta al contatto telefonico con i più vulnerabili nelle nostre comunità. Il nostro team di servizi è impegnato a contattare gli anziani e i vulnerabili e ad essere sempre in costante contatto con loro. Per chi invece parteciperebbe normalmente alle nostre attività scolastiche e nella comunità sono state filmate sessioni virtuali con esercizi di fitness che possono essere svolti a casa". Insomma, niente è lasciato al caso, in attesa di vedere la luce in fondo al tunnel.