Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Liverpool, atmosfera sin troppo calda: lancio di sassi contro il Real

LIVERPOOL, ENGLAND - APRIL 14: A general view of the Sir Kenny Dalglish stand prior to the UEFA Champions League Quarter Final Second Leg match between Liverpool FC and Real Madrid at Anfield on April 14, 2021 in Liverpool, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Michael Regan/Getty Images)

Klopp aveva parlato di atmosfera diversa senza pubblico. E tifosi del Liverpool l'hanno preso in parola. Anche troppo

Redazione Il Posticipo

. Uscendo decisamente dai binari del buonsenso. Il pubblico non può accedere allo stadio, ma, come riportano le cronache di AS, i tifosi dei reds si sono radunati nei pressi di Anfield. E hanno atteso l'arrivo del Real Madrid riservandogli un'accoglienza ben poco amichevole.

SASSI - La comitiva del Real Madrid, a circa un ora e mezza prima dell'inizio della sfida, ha lasciato l'albergo a bordo di due autobus. I due torpedoni che accompagnavano i blancos allo stadio, sono stati immediatamente presi di mira. Quindi sono stati lanciati dei sassi. Risultato: un finestrino rotto e un po' di paura ma nient'altro. Tutto sommato un bilancio accettabile in considerazione del rischio corso. Anche perché il vetro si è crepato ma non si è rotto. Dunque non ci sono state delle lesioni personali. Le fonti del Real Madrid parlano di forti scosse e un rumori sordi prodotti dalla fitta sassaiola. Le cronache parlano di centinaia di tifosi, la maggior parte senza mascherina e nessun rispetto della distanza sociale hanno cantato alla squadra spagnola e acceso alcuni razzi.

CAOS - Stesso tragitto, anche per il Liverpool, accolto ovviamente in modo profondamente diverso. I reds sono chiamati alla "remuntada" e i tifosi hanno provato a spingere la squadra di Klopp oltre l'ostacolo accendendo fumogeni e incitando con dei cori. Un fumo rosso ha ricoperto, di fatto, l'intera strada che porta verso lo stadio. Una coltre così imponente da rendere difficile distinguere i contorni del veicolo, comunque scortato dalla polizia. Non è certo la prima volta che i tifosi del Liverpool sono protagonisti di episodi del genere. Anche se la pandemia ha impedito il ripetersi dello scenario che ha caratterizzato le sfide contro Barcellona e Atletico Madrid. La spinta della Kop però, questa volta, non sarà percepibile all'interno dello stadio. Innegabilmente, il fattore campo non ha più lo stesso peso senza la presenza dei tifosi, ma in stadi come  Anfield l'assenza si avverte maggiormente.