Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Liverani: “Sfida impari. Ora vediamo Torino – Genoa e poi prepariamo lo scontro diretto”

Sconfitta pesante del Lecce che si arrende alla Fiorentina. E la classifica resta sempre precaria.

Redazione Il Posticipo

Sconfitta pesante del Lecce che si arrende alla Fiorentina. E la classifica resta sempre precaria. Liverani analizza la sfida in conferenza stampa.

PASSO FALSO - Un passo falso pesantissimo che vanifica l'impresa con la Lazio: "Abbiamo pagato molto la terza partita a livello fisico, non riusciamo a fare cambi e far respirare i calciatori. Non riusciamo a giocare in continuazione, in molti erano stanchi e purtroppo siamo contati e contro squadre con questa qualità certe difficoltà le paghi a carissimo prezzo".

INTRECCI - Gli scontri diretti permetteranno al Lecce di restare in corsa. " Vediamo cosa succede tra Torino e Genoa. Ovviamente la guardiamo, ci sono ancora 12 punti in palio. Adesso ci prepariamo per lo scontro diretto con il Genoa. Gli stimoli sono tanti, è una di quelle partite che si preparano da sole. Cercheremo di recuperare le forze e rimettere dentro qualcuno che ci possa dare una mano.  Farà la differenza chi sarà più lucido ed agonisticamente attento, correndo meno rischi. Il dispiacere di oggi è aver steso il tappeto rosso a una squadra come la Fiorentina. Stanchezza e difficoltà possano accentuare gli errori".

FUTURO  - La permanenza del Lecce non passava dalla sfida con la Viola. "Non c'è motivo di parlare di qualcosa che non esiste. Il miracolo sportivo è l'unico obiettivo che c'è, dal 3 agosto penseremo poi al resto. Ho letto che con la Fiorentina sarebbe stata una partita per la salvezza, ma era una sfida impari. Difficile pensare che ce la giochiamo, sia per rosa che per storia che per altro. In Toscana hanno speso 70-80 milioni di euro". Meglio pensare al futuro. "Domenica abbiamo un bivio importante. Possiamo vincere con tutti ma anche perdere con tutti. Io oggi però avevo con me  quattro-cinque giocatori della Primavera. Non è una scusante, certe difficoltà sono oggettive".