Liverani: “Il Benevento si è messo in 10 dietro il pallone e a noi è mancata velocità”

Il Parma non va oltre il pari con il Benevento

di Redazione Il Posticipo

Il Parma non riesce a trovare continuità e non va oltre il pari casalingo contro il Benevento al termine di una partita che ha lasciato in eredità la sensazione che la squadra emiliana debba ancora lavorare e parecchio. Liverani analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

PAREGGIO – Un pareggio che ha il sapore del rimpianto. “Sapevamo che la partita era questa. Il Benevento si è messo in dieci dietro la linea del pallone quindi dovevamo essere veloci nel giro palla e nella capacità di esecuzione. O cercare la giocata individuale. Nel primo tempo abbiamo giocato benino, nel secondo si è creata confusione che ha generato le loro ripartenze e questo non va bene. Abbiamo commesso qualche errore di troppo”.

SALVEZZA – La prospettiva di questa squadra rimane comunque la salvezza. “Qualcuno, come Brunetta,  ha giocato sotto ritmo giocando troppo con superficialità. Con i giovani e gli stranieri serve molto pazienza”. E anche con Gervinho. “Lui ha altre caratteristiche, va trovato molto velocemente e lanciarlo negli spazi. Se per raggiungerlo tocchiamo dieci palloni non lo accendiamo. Bisogna capire velocemente con chi giochiamo e come attivarci nel miglior modo possibile. Inutule portagli il pallone sui piedi meglio lanciarlo in profondità”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy