Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Liverani: “Colpa mia, non siamo in grado di fare turnover ci aspetta un campionato di sofferenza”

PARMA, ITALY - DECEMBER 06: Fabio Liverani manager of Parma Calcio looks on during the Serie A match between Parma Calcio and Benevento Calcio at Stadio Ennio Tardini on December 6, 2020 in Parma, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Brutta sconfitta per il Parma che chiude il 2020 vicino alla zona calda.

Redazione Il Posticipo

Seconda sconfitta consecutiva per il Parma scivola nuovamente contro una squadra alla sua partita. Emiliani che hanno sfiorato il pareggio nel convulso finale ma la sensazione è che la squadra non abbia affrontato la partita con lo spirito adatto a quello che era uno scontro diretto. E adesso la classifica si accorcia e la squadra di Liverani è in piena lotta per non retrocedere. Il tecnico analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

SCONFITTA - Una sconfitta che si sarebbe potuta evitare nel finale, ma nel complesso non è stato il miglior Parma. "Abbiamo perso la partita nel primo tempo, non me l'aspettavo così è evidente che la colpa sia mia. Non siamo in grado, in questo momento, di attuare turnover. Mi spiace perché la squadra non meritava di perdere nel secondo tempo mentre è un dispiacere come siamo scesi in campo nei primi 45'. Abbiamo avuto un paio di occasioni importanti ma non l'abbiamo sfruttato. Ora cercheremo, dopo la sosta, di tornare a lavorare con quella determinazione mostrata in tutte le partite. Ben venga la sosta, siamo un po' stanchi".

SALVEZZA - La classifica dice che questa squadra dovrà sudarsi la salvezza nonostante una rosa abbastanza competitiva. "Il nostro campionato sarà di grande sofferenza. Sarà un torneo difficile i valori si sono molto livellati e chi ha cambiato tanto paga un po' di più le difficoltà. Noi abbiamo uno staff totalmente nuovo, fra proprietà dirigenza e allenatore. E non fare il ritiro non ha aiutato. In ogni caso occorre riprendere la strada, inserire i nuovi calciatori e far capire che in questo campionato senza malizia e determinazione si fa fatica". Possibile qualche intervento sul mercato. "Non credo a grossi stravolgimenti, sono contento della rosa che ho ci serve qualcosa lì davanti proprio a livello numerico perché siamo abbastanza contati".