Liverani: “Alterniamo possesso palla a verticalizzazione. Gervinho? Bisogna saperlo accendere”

Liverani probabilmente avrebbe firmato per un pari a San Siro ma per come è maturato il punteggio alla fine è il Parma a poter recriminare

di Redazione Il Posticipo

Un pareggio che per certi versi scontenta tutti. Liverani probabilmente avrebbe firmato per un pari a San Siro ma per come è maturato il punteggio alla fine è il Parma a poter recriminare per non aver centrato i tre punti. Liverani analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

CAMBIO  – Liverani ha cambiato modo di giocare. Meno palleggio, più ricerca della profondità: “Mi sembra evidente che ci sia un po’ di rammarico ma credo che abbiamo giocato la partita che potevamo. Cuore, sacrificio e qualità. Avevamo pensato di giocare così e lavorato su un modulo che poi ho dovuto rivoluzionare per i tamponi. Abbiamo provato comunque a giocare un certo tipo di calcio e credo che i ragazzi si stiano applicando al massimo. La mia richiesta non è solo palleggio, ma anche gestire i momenti della partita e alternare il possesso alla verticalizzazione veloce Gervinho? Bisogna saperlo accendere”.

SQUADRA – Il Parma inizia ad avere sembianze di squadra: Liverani ha la chiave per fermare Conte. Dopo averlo fatto con il Lecce c’è riuscito anche con il Parma. “Se avessi lasciato i due centrali due contro due contro l’Inter, che è una squadra molto fisica, avremmo rischiaro molto, concedi qualcosa sull’esterno ma guadagni in fisicità. Abbiamo difeso il giusto. Le difficoltà in questo mese e mezzo sono state tantissime. Non è stato possibile lavorare con continuità, conoscersi, amalgamarsi. Speriamo che questo periodo sia alle spalle e ci permetta di lavorare nei prossimi mesi con serenità”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy