Atletico Madrid-Juventus, la conferenza stampa di Simeone: “Avversario super. CR7 scelta importante, ma io penso ai miei giocatori”

Atletico Madrid-Juventus, la conferenza stampa di Simeone: “Avversario super. CR7 scelta importante, ma io penso ai miei giocatori”

Diego Pablo Simeone affronta le domande dei giornalisti sul match di andata degli ottavi di Champions League contro la Juventus.

di Redazione Il Posticipo

Torna la Champions e tornano…le due pretendenti. Juventus e Atletico Madrid hanno molto in comune, a partire dai più recenti destini europei. Entrambe hanno provato due volte a sollevare la Coppa, per poi cadere all’ultimo ostacolo. Ora si incontrano agli ottavi, per quello che è uno degli scontri più attesi di questo turno. E Diego Pablo Simeone, accompagnato da Koke, accoglie la Juventus a Madrid…

Domande per Koke.

Come senti lo spogliatoio? Vi ritenete favoriti?
È una partita di calcio, sappiamo l’avversario che abbiamo di fronte e la affronteremo come una finale, indipendentemente se siamo favoriti oppure no.

Chiellini ha detto che l’Atletico è la squadra più italiana di Spagna. Ti piace come definizione?
Noi giochiamo come l’Atletico Madrid, non abbiamo uno stile italiano o spagnolo. Abbiamo una nostra identità.

Iniziano le domande per Simeone.

Molta responsabilità perchè la finale si gioca qui. Che sensazioni ha?
Speranza, perchè è una partita importante, ma anche molta responsabilità. Siamo in Champions e possiamo giocare una partita così bella, contro una squadra molto forte. Siamo di nuovo agli ottavi e questo ci fa crescere. L’Atletico è ormai a questo livello e vogliamo continuare a crescere”.

Sente che quella di domani è una finale anticipata?
No, perchè è un ottavo di finale, non si vince nulla. Sappiamo che affrontiamo un avversario solido, con una grande società dietro, un allenatore che ha creato una grande mentalità al club e molti giocatori importanti.

Allegri ha detto che Dybala sarà titolare. Come cambia la Juventus con lui? Vi preoccupa?
Molte volte Mandzukic ha giocato come quarto a destra, la Juventus può giocare con tante varianti, ma ripeto, noi dobbiamo pensare a quello che possiamo fare noi, per giocare una partita importante e dare soddisfazione al pubblico che assisterà alla partita.

Diego Costa può giocare novanta minuti?
No.

Quali sono i punti di forza della Juventus e quali quelli dell’Atletico?
Il punto di forza della Juventus è nella società, il punto di forza dell’Atletico è quello che abbiamo fatto negli ultimi dieci anni.

C’è una favorita sull’altra?
No, credo che abbiamo entrambe un 50% di possibilità di passare il turno

CR7 è la bestia nera dell’Atletico…
Ha fatto una scelta importante, è andato in una società come la Juventus. Ma noi pensiamo ai nostri, a Koke, a Costa, a Morata, calciatori che hanno voglia di fare una grande partita.

Ha detto che la forza della Juventus è la società. Vale anche a livello politico?
Questo lo dice lei, io sono qui a parlare di calcio…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy