Lipsia, l’Union Berlino le fa il “funerale”: “Hanno ucciso il calcio”

Lipsia, l’Union Berlino le fa il “funerale”: “Hanno ucciso il calcio”

Lipsia – Union Berlino significava tanto per la classifica ma non solo: nelle ore precedenti alla sfida della Red Bull Arena, i tifosi della squadra neopromossa si sono fatti sentire

di Redazione Il Posticipo

La Bundesliga è tornata in campo dopo la sosta natalizia e non sono mancate le emozioni, i gol e anche le polemiche. Dopo l’esordio scintillante della stellina Erling Braut Håland col Borussia Dortmund, i riflettori si sono spostati sulla Red Bull Arena per la sfida tra Lipsia e Union Berlino: una gara fondamentale per gli uomini di Julian Nagelsmann in testa al campionato. Sul campo è stata una vera battaglia, ma anche il pre-partita non ha scherzato per niente.

TIMO SHOW – L’Union Berlino è sceso in campo col coltello tra i denti trovando il vantaggio in apertura col centrocampista Marius Bülter (10′). La squadra di Nagelsmann ha incassato il colpo, ma è riuscita a ribaltare tutto nella ripresa grazie alla rete di Marcel Sabitzer e alla doppietta di Timo Werner che ha migliorato ulteriormente le sue statistiche relative alle marcature multiple. Il Lipsia ha vinto 3-1 e ha consolidato il primo posto (40 punti) davanti al Borussia Mönchengladbach (35) e al Bayern Monaco detentore del titolo (33) che ha una partita in meno.

MARCIA FUNEBRE – Gli uomini di Nagelsmann hanno rimontato una partita che sembrava persa zittendo i tifosi avversari che nel pre-partita hanno organizzato una marcia funebre lungo la strada che porta alla Red Bull Arena. I supporter della squadra neopromossa hanno mostrato uno striscione: “Il Lipsia è la morte del calcio!”. Tra le due squadre non corre buon sangue nonostante rappresentino entrambe la Germania Est finita nei libri di storia dopo la caduta del Muro di Berlino il 9 novembre 1989. I tifosi dell’Union attaccano i nuovi giganti rivendicando il ruolo di rappresentare della vera Germania Est. Il campo però dice altro: questo Lipsia merita il primo posto in classifica.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy