Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Lipsia battuto dal PSG, ma Nageslmann ringhia: “Rigore ridicolo, quelli al VAR stavano vedendo un’altra partita…”

Dopo aver battuto il Paris Saint-Germain nella partita in Germania, il Lipsia restituisce la visita ai transalpini ma torna dal Parco dei Principi con zero punti e parecchie recriminazioni. In particolare per il rigore che ha deciso l'incontro...

Redazione Il Posticipo

Il primo match point è fallito e ora si torna al punto di partenza. Dopo aver battuto il Paris Saint-Germain nella partita in Germania, il Lipsia restituisce la visita ai transalpini ma torna dal Parco dei Principi con zero punti e parecchie recriminazioni. Non solo per le molte occasioni in cui Poulsen, Forsberg e compagni avrebbero potuto pareggiare la partita, ma soprattutto per il calcio di rigore che alla fine ha deciso il match, concesso dall'arbitro Makkelie per un fallo di Sabitzer su Di Maria. Il fischietto olandese non ha avuto dubbi e dal dischetto Neymar ha fatto 1-0. Di dubbi però ne ha parecchi Julian Nagelsmann.

RIDICOLO - Anzi, ai microfoni di SkyGermania il tedesco è a dir poco arrabbiato. "Non credo che il Paris Saint-Germain abbia avuto vere occasioni da gol e il calcio di rigore è stato una cosa ridicola. Una decisione del genere a livello di Champions League è una cosa davvero triste. Quelli al VAR probabilmente stavano guardando un'altra partita". Anche il PSG ha recriminato per un possibile altro calcio di rigore, per intervento di Upamecano su Mbappè, ma quello che ha deciso la partita è quello che è stato concesso al PSG. E secondo il tecnico del Lipsia, un errore di valutazione da parte dell'arbitro può avere conseguenze a lungo termine particolarmente negative per la sua squadra.

SITUAZIONE COMPLICATA - Ora bisognerà vincere le prossime partite contro Manchester United e Istanbul Basaksehir, sperando nel contempo che il PSG inciampi contro le stesse avversarie. Non impossibile, ma neanche la cosa più semplice del mondo."A volte la differenza la fanno i dettagli e credo che alla fine se avessimo pareggiato lo avremmo meritato. Ora come ora, la nostra situazione è la peggiore: dobbiamo vincere entrambi i match e sperare che il PSG non faccia lo stesso". Considerando però che prima ci sono i turchi, arrivare all'ultima giornata potendosi giocare le proprie possibilità contro lo United potrebbe non essere impossibile. E a quel punto Nagelsmann spera che il dettaglio decisivo...non sia proprio quel rigore.