L’inutile record di Jorginho, i tifosi sono impietosi: “Sì, ma a cosa è servito?”

L’inutile record di Jorginho, i tifosi sono impietosi: “Sì, ma a cosa è servito?”

L’italo-brasiliano ha stabilito il primato per il maggior numero di passaggi tentati in una partita di Premier League. Che però è finita 0-0. E a quel punto del record i tifosi non sanno davvero cosa farsene…

di Redazione Il Posticipo

Alla voce “durata della gara” il regolamento del calcio delibera che “una gara si compone di due periodi di gioco di 45 minuti ciascuno”. Escluso il recupero, novanta. Che è l’esatta metà di 180. Che numero è? Il numero di passaggi tentati da Jorginho durante la partita del Chelsea contro il West Ham. Due passaggi al minuto. Come riporta Squawka Football, è record per quel che riguarda la Premier League. O almeno lo è dal 2003/04, cioè da quando il numero di palloni passati (o dei tentativi di farlo) a un compagno è diventato un indicatore importante per le statistiche del calcio. E per il tiki-taka e tutte le scuole di pensiero affini.

SARRISMO – Come il Sarrismo, che sta facendo proseliti in Inghilterra, ma che si trova davanti gli stessi problemi che ha dovuto affrontare in Serie A. Quando la macchina parte, è una bellezza. Basterebbe ricordare il Napoli spettacolare che si vedeva in campo quando la squadra all’epoca di Sarri riusciva a sbloccare il risultato. Ma quando l’avversario si difende con ordine e non lascia spazi? Lì iniziano i problemi e il possesso di palla diventa sterile. Quasi inutile. Le statistiche della partita sono impietose. Oltre il 70% del possesso di palla per la squadra del tecnico toscano, 180 passaggi tentati da Jorginho e…0-0 finale. E sarà anche vero che l’occhio vuole la sua parte, ma nel calcio c’è una regola non scritta eppure fondamentale: conta il risultato.

REAZIONI – Di conseguenza, non è che la perfetta prestazione da metronomo di Jorginho sia stata molto apprezzata dai tifosi del Chelsea. Che dello strano e inutile primato non sanno davvero cosa farsene. “180 passaggi tentati, a cosa è servito?”, chiede qualcuno. I giudizi sull’italo-brasiliano sono abbastanza cattivi. C’è chi ne farebbe volentieri a meno e sentenzia che “Jorginho rallenta il gioco e fa sei volte l’uno-due con il compagno e poi la ripassa ai difensori. È inutile”. E chi fa i conti in tasca al calciatore “180 passaggi, 86 dei quali a Rüdiger”. Insomma, tutto il mondo è paese. E anche se il calcio inglese ha ricevuto con gioia Sarri e i suoi dogmi, i problemi sono sempre gli stessi. Se non si vince nulla, i record e il bel gioco…non interessano a nessuno!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy