L’inspiegabile sconfitta del City contro il “povero” Norwich: 400 milioni contro…6

L’inspiegabile sconfitta del City contro il “povero” Norwich: 400 milioni contro…6

Il calcio è bello anche perché accadono cose… inspiegabili. Proprio come la sconfitta del Manchester City contro il Norwich: la differenza “economica” delle due formazioni schierate a inizio gara è impressionale. E i soldi, com’è noto, non fanno la felicità.

di Redazione Il Posticipo

Il calcio è bello anche perché accadono cose… inspiegabili. Così come il trionfo dell’umilissimo Leicester City di Ranieri nel 2016, così come le bellissime storie degli underdog nelle importanti competizioni. Proprio come la sconfitta del Manchester City contro il Norwich: la differenza “economica” delle due formazioni schierate dal primo minuto è impressionale. E i soldi, com’è noto, non fanno la felicità. Ma Pukki, evidentemente, sì.

IL NORWICH – Sky Sports proietta sugli schermi di milioni di inglesi la differenza economica delle due squadre, o meglio, quanto le formazioni titolari sono costate ai rispettivi club. La differenza è abissale e la vittoria del Norwich dà un bel messaggio agli appassionati: non solo i soldi fanno la felicità. La schermata trasmessa mostra che i tre giocatori più costosi della formazione dei canarini, Stiepermann, Buendia e Tettey sono costati 4,5 milioni di sterline. Complessivamente. E l’intera formazione gialloverde sia costata soltanto 6,5 milioni di sterline. Proprio così: Pukki e Krul, due dei migliori… sono costati la bellezza di 0 sterline. E il Manchester City?

Norwich’s Starting XI Of £6.45m Dwarfed By Manchester City’s Whopping £406.1m Starting XI

CHE PREZZI – Beh, basta dire che il giocatore più economico schierato al Carrow Road ieri da Guardiola, oltre al giovane Zinchenko, era Gundogan, pagato 21 milioni di sterline al Borussia Dortmund. Dopodiché ci sono i 28 milioni pagati per David Silva qualche anno fa, quando le valutazioni di mercato erano ancora ‘umane’. Poi, nel gruppo della trentina di milioni di spesa, ci sono Agüero, Otamendi e il portiere Ederson. Nella fascia dei 40 o più milioni ci sono Sterling e Bernardo Silva. Dai 50 ai 70 milioni la lista è lunga: Rodri, Stones e Walker. Meglio non guardarla neanche la panchina ed è meglio non rivolgere lo sguardo nemmeno in tribuna: Riyad Mahrez e Leroy Sané, per nominarne solo due: circa 70 e 45 milioni rispettivamente. Eppure ha vinto il Norwich.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy