calcio

L’Inghilterra trema, può perdere Kane da un momento all’altro

Tanto per cambiare, anche quando tutto va bene i tifosi inglesi trovano sempre di che preoccuparsi. E stavolta il terrore è che Kane possa abbandonare di punto in bianco i compagni ed essere costretto a tornare a casa. Il motivo? Congedo paternità.

Redazione Il Posticipo

Gli inglesi, almeno per quel che riguarda la Nazionale, sono fatti così. Se non c'è qualche problema...se lo creano. E dato che la squadra messa su da Southgate non è finora stata perfetta, ma poco ci manca, meglio andare a capire cosa potrà rovinare tutto, trasformando un mondiale finora molto soddisfacente nella solita delusione per i tifosi di Sua Maestà. Ed il Mirror ha forse individuato la prossima fonte di preoccupazione. Neanche a dirlo, Harry Kane, al momento capocannoniere in Russia. Il bomber, secondo il tabloid, potrebbe abbandonare di punto in bianco i compagni ed essere costretto a tornare a casa. Il motivo? Beh, congedo paternità.

PARTI MONDIALI - Kate Goodland, 25 anni e una vita passata accanto all'attaccante degli Spurs, è infatti incinta e dovrebbe partorire dopo il 15 luglio, la data fatidica in cui gli inglesi sperano di festeggiare il loro secondo titolo mondiale dopo quello casalingo del 1966. Molto carino da parte della ragazza...non disturbare la spedizione mondiale dell'Inghilterra, ma si sa, non tutte le ciambelle riescono col buco. E Madre Natura è sempre pronta a fare qualche scherzetto, come dimostra il caso del danese Knudsen, diventato papà con due settimane di anticipo rispetto a quanto preventivato. Non è dunque detto che il secondogenito di casa Kane non arrivi in pieno mondiale. E questa prospettiva spaventa a morte i tifosi di Sua Maestà.

PAURA - Un...problema comune, dato che anche Fabian Delph e sua moglie Natalie sono in dolce attesa. Il calciatore del Manchester City ha già fatto sapere che correrà in Inghilterra al momento del parto, anche se dovesse coincidere con una partita. Il terrore per gli inglesi è che anche Kane segua questa linea di condotta e che quindi sia pronto a saltare su un aereo in ogni momento da qui al quindici luglio. La Football Association dal canto suo ha cercato di rassicurare la tifoseria, ricordando che i tempi della gravidanza di Kate non dovrebbero coincidere con il mondiale. Ma il fatto che il nuovo membro della famiglia Kane possa volersi far conoscere in anticipo...al momento fa più paura di Lukaku e del suo Belgio!