Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

L’incredibile CR7: in due partite di Premier ha segnato…quanto Sanchez e Di Maria con lo United!

MANCHESTER, ENGLAND - SEPTEMBER 11: Cristiano Ronaldo of Manchester United looks on during the Premier League match between Manchester United and Newcastle United at Old Trafford on September 11, 2021 in Manchester, England. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

Che la maglia numero 7 del Manchester United sarebbe tornata sulla schiena di Cristiano c'erano pochissimi dubbi. Il portoghese si è ripreso il suo simbolo e la scena, confermando un po' quello che sapevano tutti: che la maledizione...è finita!

Redazione Il Posticipo

Nonostante i regolamenti e le possibili rimostranze di Cavani, che la maglia numero 7 del Manchester United sarebbe tornata sulla schiena di Cristiano Ronaldo c'erano pochissimi dubbi. Il portoghese si è ripreso il suo simbolo e la scena, confermando un po' quello che sapevano tutti: che la maledizione...è finita. Escludendo il Matador, tutti quelli che hanno indossato la leggendaria numero 7 (di Cristiano, ma anche di Best, di Cantona e di Beckham) dopo il portoghese non hanno avuto vita facile a Old Trafford. Basterebbe pensare che il primo ad andare in doppia cifra stagionale è stato proprio l'uruguaiano, dodici anni dopo l'addio del cinque volte Pallone d'Oro. Che ora è tornato e vuole continuare a fare record.

TRE GOL - E, come spiega il Sun, in due partite di Premier League ha già quanto due dei suoi successori (e...predecessori). A farsi raggiungere in un tempo così breve sono Alexis Sanchez e Angel Di Maria, due di quelli che hanno indossato la 7 in assenza del portoghese. Per nessuno dei due quella a Old Trafford è stata un'esperienza positiva, con l'argentino che ha fatto carte false pur di andarsene e il cileno che era sparito dai radar prima che l'Inter gli desse un'altra possibilità. E i numeri in Premier League dei due sudamericani non fanno altro che confermarlo. Per il Nino Maravilla ben 32 partite in un anno e mezzo e soltanto tre reti. Stesso score per il Fideo in 27 apparizioni.

 (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

ALTRE COMPETIZIONI - E poi...arriva Cristiano, che per fare tre gol ci ha messo due partite, quella contro il Newcastle (doppietta) e quella contro il West Ham, per una media di una rete ogni 60 minuti. Se poi ci si aggiunge anche l'inutile marcatura in Champions League contro lo Young Boys, si arriva a quattro, ovvero quanto basta per raggiungere di nuovo Di Maria (che aveva segnato anche un gol in FA Cup) e per minacciare Sanchez, che con due gol nelle coppe ha a referto un totale di 5 marcature con lo United. Insomma, la maledizione è sfatata eccome. E ci voleva ovviamente lui per farlo. Conoscendolo, non che al riguardo ci fosse anche solo il minimo dubbio...