L’incorreggibile Walker: viola il lockdown tre volte in 24 ore e adesso rischia grosso

Spesso e volentieri si impara dalle esperienze, belle o brutte che siano. Ma non è evidentemente il caso di Kyle Walker. Dopo essere finito nell’occhio del ciclone per aver rotto l’isolamento con un festino casalingo, il difensore del City ci ricasca e viola le regole tre volte in pochissimo tempo…

di Redazione Il Posticipo

Spesso e volentieri si impara dalle esperienze, belle o brutte che siano. Ma non è evidentemente il caso di Kyle Walker. È passato giusto un mese da quando il terzino del Manchester City e della nazionale inglese è finito nell’occhio del ciclone per aver violato le regole del lockdown imposte dal governo britannico. In quell’occasione, il calciatore aveva invitato alcune escort nella sua abitazione, organizzando un vero e proprio festino. L’opinione pubblica si è indignata, il City non l’ha presa bene e lo ha multato per 150mila sterline e Southgate ha preso in considerazione la possibilità di non convocarlo più in nazionale. Quanto basta per una lezione? No.

TRE VIOLAZIONI – Come riporta il Sun, Walker sembra non aver imparato assolutamente nulla dalle sue disavventure dello scorso mese. E anzi, è tornato alla ribalta infilando una tripletta niente male: tre violazioni delle regole in neanche ventiquattro ore, un record difficilmente eguagliabile anche impegnandosi troppo. Il tabloid britannico, con tanto di foto, spiega che il terzino prima è andato a trovare sua sorella durante una festa durata due ore, poi si è fatto un giro in macchina a Sheffield per andare dai suoi genitori e alla fine, tanto per non farsi mancare nulla, ha fatto un salto a casa di un amico per allenarsi assieme in bicicletta. Tutto…umano, se il Regno Unito non fosse appena diventato il paese europeo più colpito dalla pandemia di Covid-19, con i numeri dei contagi e dei morti che non sembrano intenzionati a scendere.

REPUTAZIONE – E, come spiega una fonte al Sun, Walker sta facendo di tutto per confermare la sua reputazione di…”covidiota”, come si diverte a definirlo la stampa: “È un cretino, punto e basta. Quante volte devono beccarlo affinchè il messaggio gli entri in testa? Non è diverso dagli altri e dobbiamo tutti stare a casa. Sta consapevolmente insultando tutti gli altri che invece rispettano le regole. E spero che che la polizia ora prenda provvedimenti”. Come spiega il tabloid, è molto probabile che le forze dell’ordine gli facciano presto visita. Il rischio è quello di una multa, ma vista la recidività non è detto che al difensore di Guardiola non vada anche peggio…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy