L’inattesa risposta di un bambino a Odegaard: “Non voglio fare il calciatore, ho paura che Sergio Ramos mi spezzi una gamba”

Per molti bambini, diventare un calciatore è un sogno enorme. Generazione dopo generazione, sono moltissimi i giovani che si pongono come obiettivo quello di trasformarsi in giocatori di calcio. E poi c’è chi invece non ha la minima intenzione di farlo e per motivi che in fondo per un bambino sono anche abbastanza comprensibili!

di Redazione Il Posticipo

Per molti bambini, diventare un calciatore è un sogno enorme. Tantissimi cominciano a correre dietro a un pallone per strada o in un cortile nella speranza di poter un giorno farlo in un grande stadio, di fronte a migliaia di persone sugli spalti. Certo, non tutti ce la fanno, perchè quella verso il calcio di livello professionistico è una strada tortuosa, piena di delusioni e che difficilmente porta al risultato sperato. Eppure, generazione dopo generazione, sono moltissimi i giovani che si pongono come obiettivo quello di trasformarsi in giocatori di calcio. E poi c’è chi invece non ha la minima intenzione di farlo e per motivi che in fondo per un bambino sono anche abbastanza comprensibili!

DOMANDE – Sportbible racconta dello strano Q&A a cui si è trovato di fronte Martin Odegaard. Il norvegese, attualmente in prestito all’Arsenal dal Real Madrid, ha affrontato le domande dei bambini di una scuola elementare, che si sono divertiti a chiedergli davvero qualsiasi cosa. C’era chi voleva sapere quante patatine riesca a mangiare in trenta e chi si è chiesto cosa avrebbe fatto il centrocampista se non fosse diventato un calciatore. Una domanda che ha scatenato la curiosità dello stesso Odegaard, che ha chiesto ai bambini cosa sognano di diventare. La maggior parte, ovviamente, ha spiegato che fare il calciatore sarebbe il massimo della vita. Ma uno tra i giovani intervistatori ha spiegato che no, lui non vuole fare il calciatore. Ed è tutta colpa…di Sergio Ramos.

(Photo by Alex Caparros/Getty Images)

SERGIO RAMOS – Cosa c’entra il Gran Capitan del Real Madrid con tutta questa storia? Beh, evidentemente il bambino in questione non è un grande fan del difensore e del suo modo di giocare…un po’ ruvido. E infatti ha spiegato a Odegaard di temere lo spagnolo: “Non voglio fare il calciatore, ho paura di incontrare Sergio Ramos e che lui mi possa spezzare una gamba”. Non esattamente il primo pensiero di chiunque sogni di diventare un giocatore di livello internazionale, ma un qualcosa che il norvegese in fondo trova comprensibile: “Ti capisco, gli infortuni fanno parte del mestiere”. Peccato che il bambino in questione non avesse poi troppa paura dell’infortunio in sè, ma piuttosto…di Sergio Ramos. E avendo passato parecchio tempo ad allenarsi con lui, forse il centrocampista capisce anche troppo bene cosa intendeva il suo giovane fan…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy