Setièn: “Serviva un’altra settimana. Questo finale non ha niente a che fare con una preseason”

Setièn: “Serviva un’altra settimana. Questo finale non ha niente a che fare con una preseason”

Il tecnico del Barcellona ha rilasciato alcune dichiarazioni e ribadito ancora una volta che i tempi sono ristretti.

di Redazione Il Posticipo

A una settimana dall’inizio della Liga, il  Barcelona ha giocato una partita amichevole al Camp Nou. Al termine dell’incontro previsto Quique Setién ha rilasciato alcune dichiarazioni sul sito ufficiale del club e riportate dal Mundo Deportivo.  Il tecnico ha ribadito ancora una volta che i tempi sono ristretti.

RIENTRO  – Il tecnico ritiene che sarebbero serviti almeno altri sette giorni per essere in forma. Fra meno, invece, si inizia a giocare con il Maiorca. “Tutti i giocatori sono molto ansiosi e motivati ​​a giocare, vedo la squadra più riposata rispetto a quando l’ho lasciata. La lunga sosta del campionato  ci ha fatto bene perché i calciatori si stavano stancando”. Una situazione più unica che rara. “Certamente è stato diverso da quello che hanno vissuto altri anni della sua carriera. E questa situazione non somiglia ad una preseasons. In quella fase facciamo giocare tutti e mettiamo minuti nelle gambe. Questa volta sarà molto diverso. Valuteremo le cose di partita in partita”.

PROSPETTIVE – Il tecnico del Barcellona è poi lapalissiano nei pronostici: “Sappiamo di dover vincere ogni partita se vogliamo essere campioni”. L’incognita è capire come reagirà fisicamente la squadra con tanti impegni compressi in pochi giorni: “Siamo in una buona predisposizione mentale e vedremo come si svilupperà la situazione in base alle partite e all’avversario di turno”. Si dovrà giocare a porte chiuse, il che renderà tutto più difficoltoso considerando la grande spinta garantita dal Camp Nou. “Ci mancherà l’incoraggiamento e il sostegno del pubblico, che ha una grande influenza sui nostri avversari. Siamo consapevoli di vivere una situazione particolare che cercheremo di superare, ma questa situazione non riguarda solo noi. Accadrà anche ai nostri rivali quando saremo impegnati nel giocare partite lontano da casa”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy