Liga, la spinta del premier Sànchez: “Auspico ripresa anche se temo di vedere il calcio solo in Tv”

In Spagna,il calcio, sotto la spinta del governo prova a ricominciare. Il premier Pedro Sánchez, ha spiegato che dopo la lunga pausa legata alla pandemia, la Liga con ogni probabilità ricomincerà prima in campo che sugli spalti. 

di Redazione Il Posticipo

In Spagna,il calcio, sotto la spinta del governo prova a ricominciare. Il premier Pedro Sánchez, ha spiegato che dopo la lunga pausa legata alla pandemia, come riportato da AS, la Liga con ogni probabilità ricomincerà prima in campo che sugli spalti.

TELEVISIONE – Il premier spagnolo spiega con estrema chiarezza la situazione. “Auspico che il calcio possa riprendere presto in Spagna, con il ritorno della Liga dopo la sosta forzata a causa della pandemia. Le leghe e le federazioni decideranno come muoversi”. In questo senso, ci sono pochi dubbi. Il presidente della Liga, Tebas, ha più volte sottolineato la volontà di riprendere. Sànchez non chiude la porta, ma lascia capire che difficilmente il calcio sarà aperto al pubblico: ” Abbiamo iniziato a consentire l’allenamento individuale negli sport di squadra, speriamo che ciò possa avvenire il più presto possibile, ma credo comunque che vedremo le partite di calcio prima in televisione che nello stadio”.

PROTOCOLLO – In Spagna, dopo il Consiglio dei Ministri, si è deliberato che il prossimo 4 maggio gli atleti potranno tornare ad allenarsi, rispettando i protocolli stabiliti e le istruzioni della Liga. In primis, i calciatori dovranno superare i test per poter tornare ad allenarsi come sottolineato dal Premier. “Seguendo una serie di linee guida intese a promuovere un ritorno sicuro e graduale ed equilibrato”.

TEBAS  – La Liga, come riporta Le Parisien, è già pronta. Tebas è ottimista e fiducioso anche perché adesso può considerare di chiudere il campionato. “Dobbiamo attenerci ai passi stabiliti dal governo spagnolo. È stata una giornata importante per noi. Gli siamo grati per aver preso in considerazione il calcio professionistico perché è un elemento chiave per rilanciare l’economia del paese. Abbiamo tempo ma il nostro piano è di rilanciare i campionati a giugno. Aspettiamo e vediamo in quale data esatta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy