Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

L’IFAB e le novità sui passaggi volontari al portiere: giallo per i furbetti e punizione indiretta

FLORENCE, ITALY - JULY 29: Marco Di Bello referee shows a yellow card to Rachid Ghezzal of ACF Fiorentina during the Serie A match between ACF Fiorentina and  Bologna FC at Stadio Artemio Franchi on July 29, 2020 in Florence, Italy.  (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Nella giornata di mercoledì, l'IFAB si è riunito per stabilire alcune modifiche al regolamento, apparentemente in continua evoluzione. Rivoluzione nella regola del retropassaggio al portieri, sempre meno spazio per...i furbetti.

Redazione Il Posticipo

Finora, il portiere non era eccessivamente vincolato. Ricevendo un passaggio da un difensore aveva due scelte: gestire la palla con piedi ginocchia, petto o testa in caso il passaggio fosse arrivato dai piedi del compagno o prenderla con le mani se il difensore aveva appoggiato il pallone di testa o con il petto. Nella giornata di mercoledì, l'IFAB (International Football Association Board) si è riunito per stabilire alcune modifiche al regolamento, apparentemente in continua evoluzione.

NUOVE REGOLE - Finora, se un portiere distratto avesse raccolto con le mani un passaggio di piede da parte di un compagno sarebbe stato assegnato un calcio a due, una punizione indiretta. Ma si sa, fatta la regola, trovato l'inganno, sotto forma di modi sempre più fantasiosi di dare il pallone al portiere con altre parti del corpo per evitare di farlo con i piedi. L'IFAB , l'ente che definisce le regole del calcio, ha pubblicato mercoledì il regolamento che entrerà in vigore dalla prossima stagione in cui ci sono delle modifiche importanti. Una sanzione simile a quella già in vigore, anzi, leggermente più severa verrà applicata a ogni “azione che cerca deliberatamente di aggirare la regola del passaggio al portiere (anche da un calcio di punizione o un calcio di rinvio) con la testa, il torace, il ginocchio ecc., indipendentemente dal fatto che il portiere tocchi la palla con la mano o il braccio” viene specificato nella Regola 12.2, come riporta il Mundo Deportivo. Il che significa poco spazio per i...furbetti dei retropassaggi.

 (Photo by Hamish Blair/Getty Images)

(Photo by Hamish Blair/Getty Images)

NOVITÀ - Se ad esempio un giocatore alza la palla deliberatamente per colpirla di testa e passarla al proprio portiere o addirittura colpisce di testa da terra proprio per aggirare volontariamente il regolamento, come già accaduto nel 2017 a Verratti contro il Rennes, il regolamento prevede l'ammonizione del giocatore che ha effettuato il passaggio irregolare. Il passaggio fatto volontariamente in violazione del regolamento risulterà annoverato nei casi di "comportamento antisportivo". Si parla ovviamente di casi in cui non c'è un'azione di gioco in cui il passaggio è logico, ma di casi in cui c'è un'evidente volontà di aggirare la regola. Oltre a queste modifiche, ovviamente, sono state fatte delle correzioni anche all'interpretazione dei falli di mano vista la confusione che i era creata negli ultimi anni dall'introduzione della VAR. Insomma, le novità non mancano e sono stati chiariti dei casi molto discussi in passato.