L’idolo Michu scommette su Håland: “Presto lo vedremo in un top team. Parliamo molto, so che segue con attenzione la Liga…”

L’idolo Michu scommette su Håland: “Presto lo vedremo in un top team. Parliamo molto, so che segue con attenzione la Liga…”

Tra i giocatori che lo hanno ispirato nel modo di giocare, il golden boy cita sempre tre nomi: Ibra, Cristiano Ronaldo…e Michu. Già, proprio l’attaccante spagnolo con una breve e non certo indimenticabile esperienza a Napoli. E lo stesso Michu parla volentieri di quel ragazzo che ha per lui una inattesa venerazione.

di Redazione Il Posticipo

Ognuno, persino i calciatori che hanno scritto la storia, ha i suoi miti. E pazienza se alcuni non sono…accettati dal grande pubblico. L’ultimo esempio è quello di Erling Braut Håland, stella del Borussia Dortmund e della nazionale norvegese. Tra i giocatori che lo hanno ispirato nel modo di giocare, il golden boy cita sempre tre nomi: Ibra, Cristiano Ronaldo…e Michu. Già, proprio l’attaccante spagnolo con una breve e non certo indimenticabile esperienza a Napoli. Un po’ sui generis come scelta, ma visti i risultati di Håland, poco da discutere. E lo stesso Michu parla volentieri di quel ragazzo che ha per lui una inattesa venerazione.

IDOLO – Lo ha fatto ai microfoni di Radio Marca, riempiendo il norvegese di complimenti e mostrando un certo piacere nel sapere di essere uno dei suoi idoli. “Quando io giocavo in Inghilterra lui era giovane e stava iniziando a giocare. Ho fatto un’ottima prima stagione allo Swansea, quindi immagino abbia visto le mie partite. E per me è un onore, perchè è un calciatore che definirà un’epoca in questo sport. Ha tutto: è giovane, segna, è veloce nonostante sia alto, calcia bene con entrambi i piedi. Credo che diventerà uno dei migliori centravanti d’Europa. Non ho mai visto qualcuno emergere così velocemente, forse solo Mbappè. Ma ha la testa sulle spalle e preso lo vedremo in una grande squadra come il Real Madrid,  il Manchester City o il Bayern Monaco…”.

FUTURO – E attraverso i tag social, tra i due è nata…una corrispondenza. “Parliamo molto, gli do parecchi consigli vista la mia esperienza come calciatore. È ancora un ragazzo, deve migliorare molto anche se si vede che avrà un futuro splendido. Se continua così, se la giocherà per il Pallone d’Oro e per la Scarpa d’Oro ogni anno. È un ragazzo umile, ma nonostante sia giovane ha personalità. Ci sono tutti gli ingredienti per diventare il migliore al mondo. E andare al Borussia è stata una mossa molto saggia, continuerà a crescere prima di passare al massimo livello”. Che potrebbe significare giocare al Bernabeu: “Il Real Madrid è uno dei migliori club al mondo e i migliori calciatori devono giocare nei migliori club. So che segue la Liga con attenzione. E speriamo di poterlo vedere da vicino in futuro”. Quello che in fondo vorrebbero i tifosi di ogni campionato…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy