Libertadores, furto allo stadio: sparite diverse attrezzature

Dopo lo spostamento della sede dello stadio della finale (due in due anni) la sostituzione dell’arbitro addetto al VAR per una intervista fuori luogo, tutto sembrava sotto controllo. E invece no. Anche perché, il furto allo stadio, no, non lo avevano considerato.

di Redazione Il Posticipo

Il bello della diretta è che ci sono spesso degli inconvenienti a cui porre rimedio in tempo reale. E dopo lo spostamento della sede dello stadio della finale (due in due anni) la sostituzione dell’arbitro addetto al VAR per una intervista fuori luogo, tutto sembrava sotto controllo. E invece no. Anche perché, il furto all’interno dello stadio Monumental, non lo avevano considerato. Invece è accaduto anche questo. La polizia peruviana ha denunciato la sparizione di diverse attrezzature destinate alla trasmissione dell’evento in programma nello stadio della capitale peruviana.

BOTTINO  – La polizia di Lima ha redatto un verbale che, come riportato da Esportes Estadao,  riporta un bottino anche piuttosto ingente più per quantità che per effettivo valore. Si tratta, infatti, di strumentazioni legate soprattutto alla comunicazione. Il colonnello della polizia di Lima, Herbert Ramos, ha riferito alla radio locale RPP che sono state rubate 119 radio portatili, 90 cavi interfonici, 65 batterie, tre caricabatterie multipli e 35 apparecchi per il vivavoce. Il funzionario ha specificato che il furto è avvenuto durante la notte.

SICUREZZA –  Non sembra dunque esserci serenità per una finale di Libertadores che non riesce a essere giocata da ormai due anni senza che la cronaca sportiva non debba cedere il passo ad altre notizie. Il furto, fra l’altro, appare molto controverso. Più che altro un azione di disturbo: del resto la notizia dello spostamento della location aveva generato non poche polemiche. Tuttavia era complicato pensare di lasciare come sede Santiago del Cile, che attraversa un momento piuttosto delicato, legato alle vicissitudini di un paese in enorme difficoltà.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy