L’Hospitalet farà ricorso per la promozione dell’Andorra: “Va contro lo spirito sportivo, se non si fosse chiamato Piquè…”

L’Hospitalet farà ricorso per la promozione dell’Andorra: “Va contro lo spirito sportivo, se non si fosse chiamato Piquè…”

Nel calcio, purtroppo, non ci sono solo le partite. Talvolta, bisogna anche parlare delle controversie di ordine “politico” tra club. Nel caso odierno, l’Hospitalet fa ricorso per la promozione dell’Andorra di Piqué.

di Redazione Il Posticipo

Bello, il calcio. Le partite, le caratteristiche degli atleti, le storie che nascono in campo e fuori. Tutto molto bello. Purtroppo, però, talvolta bisogna raccontare anche qualcosa che con il calcio giocato o tutte queste altre fantastiche sfumature dello stesso, c’entra ben poco. Si tratta di controversie di ordine ‘politico’, nell’accezione sportiva del termine. Spesso le piccole squadre si sentono piuttosto frustrate nel percepire la diversità di trattamento di altre. Siano esse più grandi o semplicemente più rinomate. È il caso dell’Hospitalet che farà ricorso per la promozione in Segunda Division B dell’Andorra di Piqué.

LO SPIRITO SPORTIVO – In un comunicato ufficiale, il club catalano, spiega il suo dissenso nei confronti della decisione federale di promuovere la squadra presieduta da Piqué e il suo gruppo d’investitori. Ovviamente, la promozione alla quale il club si oppone non è stata conquistata sul rettangolo verde, ma è stata frutto del ‘posto vacante’ liberatosi dopo la retrocessione del Reus per le tanto chiacchierate questioni economiche. “Il CE Hospitalet contesta la decisione della RFEF di aggiudicazione del posto vacante di Segunda Division B, poiché considerata del tutto ingiusta. Intraprenderemo un ricorso al consiglio superiore dello sport e denunceremo questa situazione che va contro lo spirito sportivo“.

QUESTIONE DI NOME? – Insomma, i catalani fanno sul serio. Ma… come mai è stato promosso l’Andorra? Secondo As, l’Hospitalet si sarebbe rifiutato di pagare una quota d’iscrizione appellandosi all’articolo 194 del codice generale sportivo, sostenendo di avere più titoli sportivi dell’Andorra. Tutto ciò sarebbe stato preso come un segno di disinteresse. Così, l’Andorra sarebbe passato avanti. Ma i catalani sono convinti che i motivi siano ben altri. Un calciatore dell’Hospitalet dice: “Se invece di Piqué si fosse chiamato José Antonio come me, non sarebbe salito, neanche a impazzire”. Un altro giocatore, Ballesté va oltre:” Sappiamo dell’amicizia del presidente di Andorra con Rubiales“. Inomma, tra una regola, una promozione e un’amicizia, è meglio aspettare e capire bene come andranno le cose.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy