L’ex vice di Ancelotti ricorda: “Cristiano ha detto a Carlo che non si sente a suo agio quando…”

L’ex vice di Ancelotti ricorda: “Cristiano ha detto a Carlo che non si sente a suo agio quando…”

Le notizie del passato, a volte, possono aiutare gli allenatori: all’epoca del Real Madrid di Carlo Ancelotti, il portoghese aveva confessato al tecnico di non sentirsi a suo agio… giocando da centravanti.

di Redazione Il Posticipo

Ogni avvenimento, conversazione o quant’altro, rimane in una sorta di archivio. E questo principio è importantissimo non solo per gli uomini di lettere ma anche per… gli allenatori di calcio, nello specifico, per il prossimo allenatore della Juventus. Si tratta di una conversazione avvenuta tra Cristiano Ronaldo e Carlo Ancelotti nel loro periodo di cooperazione al Real Madrid e a rivelarla è l’ex braccio destro del coach: “Cristiano ha detto a Carlo di non sentirsi a proprio agio giocando da centravanti”.

GRANDI NUMERI – Al momento, almeno ufficialmente, la Juventus è sprovvista di un allenatore. Ma per il nuovo tecnico, avere delle indicazioni preventive come quella rivelata dall’ex assistente di Ancelotti, Paul Clement, a Stadium Astro può rivelarsi molto utile per sapere dove un giocatore potrebbe rendere al meglio. E se il giocatore in questione è CR7, se si parla si rendere al meglio, si parla di grandi numeri.

PUNTI DI FORZA – Più avanti, ecco dove, secondo Carlo Ancelotti, Cristiano Ronaldo avrebbe dovuto giocare: poteva essere ancor più incisivo, diventare un cannoniere. Ma dopo alcuni tentativi, CR7 ha spiegato all’attuale allenatore del Napoli di essere penalizzato dal gioco spalle alla porta. Ecco le parole di Clement: “Carlo aveva avuto l’idea che Cristiano potesse giocare come centravanti sia insieme a Benzema o al suo posto. Voleva liberarlo per renderlo più un bomber, anche perché quando giochi largo devi tornare in difesa. Ha cominciato così il preseason; non sono del tutto sicuro che la cosa sia andata avanti anche a stagione iniziata ma di certo, nella prima parte della stagione Cristiano ha detto a Carlo ‘Non mi sento a mio agio a giocare in quella posizione perché do le spalle alla porta e non è quello il mio punto di forza’“.

UNA DRITTA – Arrivato in Italia, alla corte di Allegri, però, Ronaldo ha giocato principalmente da esterno, ma a volte anche da centravanti (29 presenze contro 14). Abbastanza comunque da far prendere alla Juventus la decisione di liberare Gonzalo Higuain in prestito. Forse il campione non ha detto la stessa cosa ad Allegri? Forse con il tempo ha cambiato stile di gioco e si adatta tranquillamente anche a giocare più avanti? Una cosa è certa: ora che questo dato rimarrà agli atti, il prossimo allenatore della Juventus potrà avere un’indicazione in più sulla gestione del campione portoghese.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy