Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

L’ex presidente della Lokomotiv Mosca attacca Rangnick: “Mercenario, per i soldi lascerebbe anche lo United”

(Photo by Reinaldo Coddou H./Bongarts/Getty Images)

Ora che Solskjer ha ricevuto il benservito, i Red Devils hanno deciso di puntare su Ralf Rangnick. E la scelta del tedesco di lasciare il posto da direttore sportivo alla Lokomotiv Mosca ha scatenato un terremoto...

Redazione Il Posticipo

Quando si tratta di assumere allenatori ad interim, il Manchester United sa sempre come sorprendere. Dopo l'addio di Moyes è arrivato Giggs, dopo quello di Mou è spuntato Solskjaer, che si è preso la panchina per quasi tre anni. E ora che il norvegese ha ricevuto il benservito, i Red Devils hanno deciso di puntare su Ralf Rangnick. Il tedesco arriva in teoria fino a giugno, ma chissà cosa riserva a lui e alla squadra il resto della stagione. Del resto Klopp e Tuchel, due che lo conoscono bene, si sono...spaventati all'arrivo del connazionale in Premier League. Quel che è certo è che la decisione di lasciare il posto da direttore sportivo alla Lokomotiv Mosca ha scatenato un terremoto.

MERCENARIO - E ad attaccare Rangnick arriva l'ex numero uno del club moscovita Nikolai Naumov. Parlando a MatchTV, l'ex dirigente russo ha avuto parole per nulla positive sul modo in cui il tedesco ha abbandonato il club con cui si era accordato poco più di un anno fa... "Rangnick è un mercenario. Non è una questione di Manchester United, per lui non esiste il tradimento, non esiste la vergogna. Non gli importa nulla della Lokomotiv, non è venuto qui per alzare il livello calcistico della società, ma solamente per fare soldi". Insomma, per Naumov, mentre aspettava un'altra opportunità, il teutonico ha accettato una buona offerta senza metterci troppo il cuore.

SOLDI - L'ex numero uno del club russo, però, lancia un avviso anche al Manchester United. Se Rangnick se n'è andato senza troppi problemi da Mosca, potrebbe farlo anche da Old Trafford, dove dopo il periodo in panchina dovrebbe assumere un ruolo dirigenziale. "Se gli offrissero un lavoro in Africa, andrebbe lì per fare soldi e lascerebbe qualsiasi ruolo al Manchester United. Ha un'idea molto chiara degli affari". Non il massimo della vita, ma guardandola dalla parte della Lokomotiv la rabbia è anche comprensibile. All'annuncio della sua partnership col club, Rangnick aveva spiegato di aver accettato un progetto a lungo termine. Ma si sa, certi treni nella vita passano una volta sola. E quello che porta allo United, di solito, è molto difficile da ignorare...