Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

L’ex laziale Braafheid racconta il suo sorprendente passaggio al Bayern: “Mi squilla il telefono e mi dicono ‘ciao, sono Louis van Gaal, domani prendi un volo e vieni qui'”

Edson Braafheid è una delle tante meteore della Serie A. Due anni in Italia, con la maglia della Lazio, senza mai lasciare il segno. Eppure l'olandese era uno dei migliori prospetti del calcio oranje. Al punto che addirittura il Bayern Monaco si...

Redazione Il Posticipo

Edson Braafheid è una delle tante meteore della Serie A. Due anni in Italia, con la maglia della Lazio, senza mai lasciare il segno. Eppure l'olandese, all'inizio degli anni Dieci, era uno dei migliori prospetti del calcio oranje. Al punto che addirittura il Bayern Monaco si è mosso per portarlo in Bundesliga. Tra l'altro, come racconta a Voetbal International il difensore, che attualmente gioca negli Stati Uniti, i bavaresi lo hanno...strappato all'Ajax.

VAN GAAL - Il suo passaggio dal Twente all'Ajax sembrava affare fatto. E lo stesso Braafheid ricorda: "Mi voleva Martin Jol e per uno come me, nato ad Amsterdam, era ovviamente un sogno. Avevo ricevuto già il contratto via mail, ma c'era ancora qualcosa da sistemare". E nel frattempo chiama il procuratore Sigi Lens: "Mi dice:" Edson, non ci crederai, ma il Bayern Monaco ti vuole ". Per me è stata una sorpresa, non ci potevo credere. "Non prendermi in giro, Sigi". Ma era tutto vero, perché poco dopo improvvisamente mi arriva una telefonata: 'Ciao Edson, sono Louis van Gaal'”. C'è da immaginarsi la faccia dell'olandese quando il tecnico dei bavaresi gli ha telefonato. "È stata una conversazione diretta. Mi ha detto qualcosa tipo 'Ho una buona notizia per te Edson: voglio portarti in Baviera. So che stai parlando con l'Ajax, ma puoi firmare con noi'".

TUTTO PROGRAMMATO - E Van Gaal ha direttamente programmato tutto il resto del trasferimento. "Domani prenota un biglietto aereo per Monaco e noi intanto prepariamo tutto per te". Braafheid, chiaramente, non se lo fa ripetere due volte. "E infatti è andata così. Abbiamo interrotto l'affare con l'Ajax e il giorno dopo ero in Germania per firmare con uno dei più grandi club del mondo ". Alla fine, l'esperienza in Baviera non è stata eccezionale ed è durata esattamente quanto quella di Van Gaal: neanche due anni. Poi, la carriera di Braafheid lo ha portato altrove, compresa l'Italia. Ma l'olandese non dimenticherà mai quando lo ha chiamato il Bayern. In una carriera in cui poteva ottenere di più, comunque una gran soddisfazione.