L’ex compagno di Haaland e un telefono…che squilla di continuo: “Sono mesi che mi intervistano grazie a lui. Sembra un po’ goffo, ma…”

Alex Craninx è un po’ uno sconosciuto del pallone, che sbarca il lunario giocando in Norvegia, nel Molde. Ma è proprio per questo che negli ultimi mesi il suo telefono ha squillato di continuo. Da quelle parti, fino a poco tempo fa, giocava Erling Braut Haaland. E visto che il norvegese non è molto loquace…

di Redazione Il Posticipo

Alex Craninx è un po’ uno sconosciuto del pallone. Il portiere belga, nato in Spagna con un passato nelle giovanili del Real Madrid, non ha mantenuto le promesse e ora, a quasi 25 anni, sbarca il lunario giocando in Norvegia, nel Molde. Ma è proprio per questa sua scelta di vita che negli ultimi mesi il suo telefono ha squillato di continuo. Nel Molde, fino a qualche tempo fa, giocava la nuova stella del calcio mondiale, Erling Braut Haaland. E quindi, nel tentativo di scoprire qualcosa di più sullo sfuggente norvegese, che difficilmente si concede troppo alle domande, sono tantissimi quelli…che hanno telefonato al suo ex compagno di squadra.

INTERVISTE – Lo spiega lo stesso Craninx a Radio Marca, confessando di aver appena aggiornato l’attaccante del Borussia Dortmund al riguardo…  “Gli ho scritto in questi giorni e gli ho detto che sono mesi che mi fanno interviste grazie a lui…”. Normale, considerando che quando va davanti a un microfono, come dopo la vittoria della sua squadra nel derby della Ruhr contro lo Schalke 04, non è che Haaland spicchi per voglia di chiacchierare. Le sue dichiarazioni dopo il gol che ha riaperto ufficialmente la Bundesliga sono state brevi e neanche troppo clamorose: 11 parole per spiegare di non essere poi così sorpreso di essere tornato a segnare.

GOFFO – Meglio dunque chiedere un parere a chi lo conosce e ha voglia di scendere un po’ di più nei dettagli. E Craninx non si fa pregare, sottolineando come all’apparenza il norvegese dia l’impressione di essere un po’…sbadato, nascondendo alla perfezione un killer instinct pazzesco “Haaland è un grande calciatore e farà la storia. Sembra un po’ goffo per via della sua altezza, ma ha ottimi piedi”. Dal Molde al Borussia, passando per Salisburgo, il decollo è stato rapido. E ovunque, il centravanti giallonero non ha mai deluso le aspettative. Il suo ex compagno ritiene che anche salire ulteriormente di livello non cambierebbe le cose. “Non penso che senta minimamente la pressione, perchè è circondato da ottime persone e riesce a farsi scivolare tutto”. Tranne il pallone. Quello non gli sfugge mai e se lo fa…va in porta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy