Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

L’ex arbitro Clattenburg attacca i colleghi: “Il VAR fa da rete di sicurezza, ora se sbagliano e non vengono corretti la colpa è del sistema e non la loro…”

(Photo by Claudio Villa - Inter/FC Internazionale via Getty Images)

Mark Clattenburg, uno che in carriera ha diretto anche la finale di Champions League e quella degli Europei, spiega gli effetti del VAR sui suoi colleghi. Impossibile, per esempio, pensare che la consapevolezza che le azioni possono essere...

Redazione Il Posticipo

Agli inglesi il VAR non piace e su questo non si discute. Dalle parti di Sua Maestà si fa un gran discutere di protocolli, di controlli a schermo e di fuorigioco ascellari, al punto che quasi nessuno da quando è stata implementata la tecnologia in campo non ha criticato neanche una volta il nuovo sistema. Ma cosa ne pensano gli arbitri? Sono contenti di avere...l'aiuto da casa (anzi, dalla sala VAR) oppure ne sono infastiditi? A spiegarlo ci pensa una vera istituzione del calcio d'oltremanica, Mark Clattenburg. Uno che in carriera ha diretto anche la finale di Champions League e quella degli Europei e che quindi può decisamente dire la sua al riguardo. E sulle colonne del DailyMail, l'ex fischietto spiega gli effetti del VAR sui suoi colleghi.

RETE DI SICUREZZA - Impossibile, per esempio, pensare che la consapevolezza che le azioni possono essere riviste non abbia conseguenze sul modo di dirigere le partite... "Ovviamente ha un impatto. È una rete di sicurezza per gli arbitri, che per una vita sono stati in campo da soli. Se io sbagliavo, era solo colpa mia. Ma adesso se un arbitro sbaglia e dal VAR non lo correggono, le critiche vanno al sistema. Il VAR in questo senso protegge gli arbitri ed è sempre presente come pensiero. Se c'è un fallo in area di cui l'arbitro non è sicuro al 100%, può sempre far continuare il gioco e lasciare che se ne occupi chi sta dietro lo schermo". Il che non implica che le decisioni poi siano sempre giuste, perchè c'è comunque una certa discrezionalità in alcune valutazioni.

 (Photo by Molly Darlington/Pool via Getty Images)

DELEGARE - Ma di certo toglie parecchie responsabilità ai fischietti, che a questo punto preferiscono...delegare. "Questo sistema era destinato ad aver un impatto enorme sugli arbitri e sul modo in cui vengono prese le decisioni in campo. È impossibile dimenticarsi che ci sia, specialmente visto che chi è al VAR è costantemente in contatto con te dal primo all'ultimo minuto della partita". Ma le polemiche continuano, perchè la moviola in campo non ha eliminato quella...tradizionale. "Ora l'operato degli arbitri è ancora di più sotto i riflettori, perchè ogni partita è trasmessa in TV e quindi ogni singola decisione è vista e rivista e dibattuta fino alla morte". Ma spesso le critiche vanno a chi con tanti replay riesce comunque a sbagliare...