L’ex agente di Griezmann attacca ancora Messi: “Antoine ha commesso un crimine contro il Re…”

L’ex agente di Griezmann attacca ancora Messi: “Antoine ha commesso un crimine contro il Re…”

Eric Olhats, il talent scout che ha scoperto Griezmann e che si occupava fino a qualche tempo fa degli affari del campione del mondo, parla del suo ex assistito. E spiega come mai secondo lui l’inserimento di Griezou a Barcellona vada a rilento…

di Redazione Il Posticipo

Continua a far discutere il rapporto tra Antoine Griezmann e Leo Messi. Non è bastata la foto in aereo della Pulce e del Piccolo Principe di ritorno dal gala del Pallone d’Oro per calmare le voci di una relazione non proprio tranquilla tra i due. E a gettare benzina sul fuoco arriva di nuovo Eric Olhats. Il talent scout che ha scoperto Griezmann e che si occupava fino a qualche tempo fa degli affari del campione del mondo parla del suo ex assistito ai microfoni di RMC, all’interno del programma Le Vestiaire. E spiega come mai secondo lui l’inserimento di Griezou a Barcellona vada a rilento…

LESA MAESTÁ – Tutta colpa della Decision, la scelta di Griezmann di rimanere all’Atletico Madrid nel 2018 dopo aver flirtato a lungo con il Barcellona. Poco importa che poi, un anno dopo, le cose siano cambiate e che il francese abbia optato per la Catalogna. Quel “no” ha creato delle frizioni, soprattutto perchè si era esposto qualcuno di molto importante… “Lo scorso anno, quando mi occupavo ancora dei suoi affari, il Barcellona lo cercava, lo chiamava in continuazione. E una volta l’ha chiamato persino il Buon Dio”. Una telefonata diretta da Messi non è certo un qualcosa da poco. Ma persino la Pulce non è riuscita a convincere Griezmann. Il che, spiega Olhats, non ha certo fatto piacere all’argentino. “Un crimine di lesa maestà, il Re ti chiama e tu non vai…”.

ATLETICO – Rapporti tesi con Messi, dunque, secondo l’ex agente del transalpino. Che torna anche sulla poco simpatica accoglienza ricevuta da Griezmann al Wanda Metropolitano al suo ritorno a “casa” con la maglia del Barça. “Capisco la loro reazione, capisco i fischi. Ci siamo passati tutti, è come quando la ragazza più bella della tua compagnia sta con te e poi ti lascia. Antoine era un ragazzo che all’Atletico Madrid era adorato. Ma è facile capire perchè volesse vedere qualcosa di diverso dai Colchoneros”. La reazione dei…fidanzati traditi è stata veemente, ma c’era da aspettarselo. Un altro piccolo fastidio, assieme al rapporto…con il Re.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy