Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Lewandowski, una macchina: sette stagioni consecutive con più di 40 gol

(Photo by Matthias Hangst/Getty Images)

Dopo un deludente 1-1 all’andata, il Bayern cancella dubbi e polemiche travolgendo il Salisburgo con un  7-1 nel ritorno degli ottavi di finale di Champions. Risultato che si commenta da solo. E serata che assume contorni particolari per...

Redazione Il Posticipo

Dopo un deludente 1-1 all'andata, il Bayern cancella dubbi e polemiche travolgendo il Salisburgo con un  7-1 nel ritorno degli ottavi di finale di Champions. Risultato che si commenta da solo. E serata che assume contorni particolari per Robert Lewandowski che continua a scrivere la storia della competizione.

RECORD -  Robert Lewandowski altro record. Nella sfida senza storia contro il Salisburgo ha scritto comunque una pagina importante della storia della Champions League. Il centravanti polacco del Bayern Monaco ha segnato una tripletta nei primi 23 minuti quando il Bayern Monaco.  Il modo migliore possibile per festeggiare la sua 100esima presenza nella competizione. Due rigori nei primi 21' di gioco realizzati con grande freddezza. Il primo, particolarmente importante perché rappresenta, nonostante si sia solo a marzo, già il 40esimo gol stagionale di questo straordinario calciatore. Non si tratta di un record assoluto, che resta nei piedi di Bafetimbi Gomis capace di realizzare i suoi tre gol in otto minuti per il Lione nel 7-1 vincere contro la Dinamo Zagabria nel 2011. Una sfida a tutt'oggi ancora molto chiacchierata.

 SAINT PETERSBURG, RUSSIA - JUNE 23: Robert Lewandowski of Poland looks dejected following defeat in the UEFA Euro 2020 Championship Group E match between Sweden and Poland at Saint Petersburg Stadium on June 23, 2021 in Saint Petersburg, Russia. (Photo by Dmitry Lovetsky - Pool/Getty Images)

CONTINUITA' -  Il polacco tuttavia non è nuovo a un certo tipo di prestazione. Lo stesso Lewandowski, il 26 novembre del 2019 in una sfida contro la Stella Rossa ha segnato quattro gol alla squadra serba in 14' di gioco. E gli ultimi tre in appena sette minuti. Se invece si analizza la continuità di rendimento, Lewandowski è impressionante. Per la settima stagione consecutiva, è riuscito a mettere a segno almeno 40 gol. Per la precisione ha messo a segno 42 gol in 35 partite. Insomma segna più di quanto giochi. Chi contesta il Pallone d'Oro a Messi, può mettere sul piatto ulteriori numeri: sinora la Pulce ha messo a segno sette reti, di cui cinque in Champions e solo due nel campionato francese. Resti da capire come faccia a segnare così tanto. Il segreto è svelato da Muller. "Si è procurato i rigori e li ha segnati con sicurezza. Lewa è quel tipo di attaccante che va coinvolto nel gioco. Oggi lo abbiamo coinvolto più nella partita rispetto all'andata". Beh, i risultati sono visti...