Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Lewandowski: “Lasciare Monaco difficile, ma adesso mi aspetta il Barcellona. Non smetto nel 2026”

Lewandowski
Il centravanti vola a Miami, dove lo aspetta la sua nuova tappa con il Barça.

Redazione Il Posticipo

Robert Lewandowski vola a Miami , dove lo aspetta la sua nuova tappa con il Barça. Prima della sua nuova esperienza ha rilasciato però alla Bild una intervista da nuovo giocatore azulgrana.

LEGAME

Lewandowski afferma di sentirsi forte, nonostante abbia ben oltre i trent'anni e rivendica il suo legame con il Barça. “So che presto avrò 34 anni, ma mi sento forte fisicamente e mentalmente. E il Barcellona vede le cose allo stesso modo. So che la squadra ha avuto problemi la scorsa stagione, ma è un club con un potenziale straordinario e in questa finestra di mercato ha messo a segno ha buoni acquisti. Penso che il club sia sulla buona strada per tornare in vetta e il mio obiettivo è di contribuire a vincere trofei". Il polacco ha anche svelato alcuni dettagli del suo incontro con Xavi ad Ibiza. “In realtà è stato casuale, ma abbiamo trovato subito una buona intesa. Mi ha detto che lavoreremo insieme. Ha in mente e ben chiaro come riportare il club in vetta".

ADDIO

Gli ultimi mesi sono stati complicati. "Ho dovuto prendere questa decisione adesso altrimenti non sarebbe mai stato possibile. Volevo giocare in un altro paese diverso dalla Bundesliga, dopo otto anni fantastici. Vorrei sottolineare che è stata la decisione più difficile della mia vita. Le ultime settimane sono state complicati da gestire e davvero particolari. Non mi è facile  trovare le parole. Mi sono passate molte cose per la testa, ma l'età e l'esperienza mi hanno aiutato a rilassarmi. Se fossi stato più giovane, sarei stato più stressato ma sono stato in grado di gestire ciò che è stato detto e scritto. Tutto è successo in fretta, mi è dispiaciuto che non ci sia stato tempo per un vero saluto negli spogliatoi. Ai miei compagni ho detto che insieme abbiamo scritto la storia e che non la dimenticherò. Vorrei tornare a Monaco per dire un vero addio quando torneremo dagli Stati Uniti.". Un contratto sino al 2026. "Non so cosa accadrà, ma il 2026 non deve essere la fine della mia carriera. Adesso però penso solo al Barcellona. Ho già iniziato a imparare la lingua".