calcio

Lewandowski e le altre lacrime di stelle: quando i campioni emozionano e si emozionano

Lewandowski e le altre lacrime di stelle: quando i campioni emozionano e si emozionano - immagine 1
Le lacrime di Lewandowski si aggiungono alla vasta galleria di...pianti celebri, che hanno segnato la storia dei Mondiali, ma più in generale del calcio.

Redazione Il Posticipo

LACRIME

—  

Lewandowski, fine di un incubo. Il centravanti polacco bagna di lacrime di gioia la sua prima rete in un mondiale di calcio. Un gol inseguito da due edizioni e che ha permesso alla sua Polonia di superare l'Arabia e restare ampiamente in corsa per la qualificazione agli ottavi di finale. Il calciatore non trattiene l'emozione e gli dà voce, aggiungendosi alla vasta galleria di...pianti celebri, che hanno segnato la storia dei Mondiali.

NEYMAR

Lewandowski e le altre lacrime di stelle: quando i campioni emozionano e si emozionano- immagine 2
—  

Neymar ha commosso i tifosi brasiliani dopo la partita vinta all'esordio del mondiale 2018 contro Costa Rica. “Nessuno sa quello che ho passato per arrivare sin qui”. E nelle lacrime di O’Ney c’è certamente la paura di perdere il Mondiale dopo l’infortunio, l’incertezza di un rientro atteso quanto insidioso, ma anche la felicità di aver messo la sua firma sul match e di aver regalato ai tifosi brasiliani una gioia.

MARADONA

Memorabili anche le lacrime del D10s. Diego Armando Maradona, al termine della finale di Italia '90 decisa da un calcio di rigore molto dubbio concesso da Codesal a pochi minuti dalla fine, si scioglie in un pianto dirotto dopo aver perso la riedizione della finale del 1986 che lo aveva issato in cima al mondo. Quella finale fu vissuta malissimo da Maradona, che ha prima sopportato i fischi all'inno argentino (l'albiceleste aveva eliminato la nazionale italiana ai rigori in semifinale) e poi la sconfitta prima di lasciarsi andare. Sconfitta mai digerita da Maradona, che postò la sua amarezza su Instagram.

 

PELÈ

Lewandowski e le altre lacrime di stelle: quando i campioni emozionano e si emozionano- immagine 3
—  

Prima di O’Ney, le lacrime sono toccate anche a...O’Rey. Comprensibile, se consideriamo che nel 1958 Pelè non era altro che un diciassettenne, lanciato nel firmamento del pallone dallo splendido mondiale vinto dal Brasile in Svezia. E alla fine, nel momento in cui l’emozione è più forte...l’età si fa sentire e il giovanissimo Edson scoppia a piangere per il capolavoro calcistico appena compiuto assieme ai suoi compagni. Avesse saputo che si trattava solo del primo di tre, chissà come avrebbe reagito!

CRISTIANO RONALDO

Lewandowski e le altre lacrime di stelle: quando i campioni emozionano e si emozionano- immagine 4
—  

Anche gli alieni piangono. È accaduto a Cristiano Ronaldo quando il suo Portogallo riuscì a farsi battere nell’ultimo atto del torneo continentale casalingo nel 2004. E anche nel 2016, quando è costretto a uscire dalla finale poi vinta contro la Francia sono lacrime più di rabbia che di disperazione. E nel 2022 concede ancora qualcosa all'emozione, consapevole di giocarsi l'ultimo mondiale.

 

BUFFON

Lewandowski e le altre lacrime di stelle: quando i campioni emozionano e si emozionano- immagine 5
—  

Lacrime di dolore quelle di Gigi Buffon, che conclude la sua carriera in azzurro, nella giornata più brutta per il calcio italiano degli ultimi sessant’anni... sino a quella con la Macedonia del Nord che il portiere del Parma ha vissuto da spettatore. In campo, invece, per l’eliminazione dai Mondiali per mano della Svezia. Il pianto disperato del capitano della Nazionale resta forse l’immagine indelebile del fallimento della squadra di Ventura, ma anche e soprattutto il simbolo di quanto SuperGigi abbia avuto a cuore le sorti della maglia azzurra.

MESSI

Lewandowski e le altre lacrime di stelle: quando i campioni emozionano e si emozionano- immagine 6
—  

Non può mancare nella lista la Pulce, che sinora in questo mondiale sta purtroppo per lui vivendo un’esperienza abbastanza conosciuta: la delusione con la maglia della nazionale. Memorabili, le lacrime in mondovisione dopo l'addio al Barcellona, quando in conferenza stampa il calciatore argentino fatica a trattenere le emozioni e si lascia andare a un pianto dirotto.

DAVID LUIZ

Lewandowski e le altre lacrime di stelle: quando i campioni emozionano e si emozionano- immagine 7
—  

Le due facce del Mineirazo sono verdeoro. La prima è quella di Clovis, il celebre tifoso brasiliano, che piange abbracciando la Coppa che non vedrà sollevare dalla Seleçao. E in campo c’è chi sta esattamente come lui. È David Luiz, che con le sue lacrime inconsolabili diventa un altro dei simboli di un Brasile totalmente distrutto dalla sconfitta contro la Germania per 7-1. Dietro il pianto del difensore c’è una nazione intera con il viso rigato di lacrime, che si sente derubata di un sogno nella maniera peggiore possibile.

BARESI

Lewandowski e le altre lacrime di stelle: quando i campioni emozionano e si emozionano- immagine 8
—  

Tre settimane passate a sperare, a cercare di recuperare per un sogno che sembrava impossibile. E invece Franco Baresi ci va davvero vicino, perchè al minuto 120 della finale contro il Brasile a USA '94 il risultato è ancora in parità. Qui la corsa contro il tempo per recuperare dall'infortunio al menisco patito nella seconda partita del Mondiale può essere servita a sollevare la Coppa. Ma non finisce così, lo sappiamo bene. E a Baresi non resta altro che disperarsi sulla verde erba di Pasadena.

CASILLAS

Lewandowski e le altre lacrime di stelle: quando i campioni emozionano e si emozionano- immagine 9

JOHANNESBURG, SOUTH AFRICA - JULY 11: Iker Casillas, captain of Spain, celebrates the late goal by Andres Iniesta during the 2010 FIFA World Cup South Africa Final match between Netherlands and Spain at Soccer City Stadium on July 11, 2010 in Johannesburg, South Africa. (Photo by Clive Mason/Getty Images)

—  

Si gioca Spagna-Olanda, la sfida decisiva per il Mondiale 2010. La Spagna è a un passo dal suo primo allora mondiale, dopo che Iniesta ha sbloccato il match al 116'. L'Olanda attacca, assalti disperati. Palla sul fondo. Il portiere del Real rinvia e a palla lontana, si scioglie in un pianto dirotto. Sa che sa per alzare al cielo uno dei trofei più ambiti della storia dello sport. E la gioia è davvero incontenibile.