Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Levy e Mourinho, armistizio almeno sino a giugno

(Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

Lo Special One, in caso di addio anticipato, dovrebbe percepire 30 milioni. Se però non riuscisse a centrare l'Europa i costi diminuirebbero.

Redazione Il Posticipo

Mourinho e il Tottenham, un rapporto complicato. E con il presidente Levy, un matrimonio da portare avanti a denti stretti, almeno sino a giugno. Il pareggio contro il Newcastle ha nuovamente messo in discussione l'operato del tecnico, "blindato", secondo quanto riporta il Daily Mail, dal contratto. Lo Special One guadagna 15 milioni di sterline l'anno e il suo contratto scade nel 2023. Ergo, 30 milioni di buoni motivi per pensarci su prima di prendere qualsiasi decisione.

ATTESA - Il tecnico degli Spurs è nuovamente nel mirino della critica dopo una stagione carica di aspettative, figlie anche di un ottimi inizio di stagione. Gli Spurs però si sono persi per strada, uscendo dalla lotta per il titolo poco dopo Natale. In FA non è andata meglio. E l'uscita dall'Europa League, dopo il disastro di Zagabria non ha aiutato. Allo status quo, tuttavia, il club del North London è tra i primi sei e ha ancora una possibilità realistica di qualificarsi per la Champions League e l'Europa League. In più può vincere la Carabao Cup. Quanto basta, insomma, per consigliare alla dirigenza di attendere la fine della stagione prima di prendere qualsiasi decisione e lasciare Mourinho libero di lavorare.

CONTI  - A giugno, poi, si faranno i conti. Nel senso più pieno del termine. Vincere la Coppa di Lega significa garantirsi un posto per la Conference League. Non esattamente la competizione dei sogni, ma comunque il Tottenham tornerebbe a vincere un trofeo. Se invece perdesse la Carabao, scivolando fuori dalla zona Europa, la situazione potrebbe cambiare. Secondo il tabloid, vi sono delle clausole di prestazione legate alla qualificazione europea. Secondo le fonti di sporstmail, in particolare, il contratto potrebbe valere 10 milioni di sterline a stagione. Il che, ridurrebbe sensibilmente la buonuscita.

FINALE - Molto, se non tutto, dipende dunque dal finale di stagione, anche se lo Special One può ancora contare su diverse basi. Se vince, diviene inattaccabile. Anche ritrovandosi fuori dall'Europa che conta e dalle "cuginette", però, può appellarsi anche al mercato. La rosa non è stata rinforzata come avrebbe voluto l'estate scorsa a causa dell'impatto finanziario generato dal Covid-19. Specialmente in difesa. Special One, d'accordo, ma per i miracoli occorre attrezzarsi.

"

Potresti esserti perso