L’esplosione di Vinicius è un problema: nello spogliatoio dei Blancos cominciano le invidie…

Vinicius entra e segna, portando in vantaggio il Real. Tutti contenti. Più o meno. Perchè la vittoria non ha comunque evitato una forte contestazione, mentre l’unico che è stata applaudito…è stato il brasiliano. Qualcosa che ai compagni di squadra non è piaciuto granchè…

di Redazione Il Posticipo

Vinicius entra e segna, almeno secondo l’arbitro che assegna quello che è abbastanza evidentemente un autogol al brasiliano. Alla fine il Real, proprio grazie a questa carambola, riesce a sbloccare la partita contro il Valladolid e porta a casa i primi tre punti della gestione Solari. Tutti contenti. Più o meno. Perchè la vittoria non ha comunque evitato una forte contestazione e tra i più fischiati ci sono il Gran Capitan Sergio Ramos e soprattutto Gareth Bale. Il gallese è stato sostituito quattro minuti prima dell’ingresso del brasiliano, che invece quando è entrato in campo si è preso gli applausi di incoraggiamento del Bernabeu. Il che starebbe creando qualche problemino e qualche invidia…

INVIDIA – Secondo Sport.es, infatti, l’interesse e l’apprezzamento del pubblico dei Blancos per Vinicius starebbe creando parecchie frizioni all’interno dello spogliatoio del Real Madrid. E se prima, con Lopetegui, il ragazzo si vedeva di rado sia tra i convocati che in campo (solo 12 minuti per lui con l’ex CT della Spagna), ora che in panchina c’è Solari, che ha avuto modo di vederlo bene con il Castilla, le cose sono già cambiate e molto. E considerando che l’ex Flamengo è diventato la grande speranza della tifoseria, soppiantando nel gradimento i campioni che hanno portato tre Champions League consecutive, si capisce come la miscela sia potenzialmente esplosiva.

PRESSIONE – Al punto che, riporta la testata, ormai il ragazzo viene chiamato (con tono abbastanza ironico) Vinicius Maradona, viste le aspettative che sia Florentino Perez che il pubblico del Santiago Bernabeu ripongono in lui. Un bel problema per Solari, che a differenza di Lopetegui non si fa problemi a schierarlo, ma che come il suo predecessore ci tiene affinchè Vinicius possa crescere e fare le sue esperienze in campo senza troppe pressioni. Complicato, dopo che tutto il pubblico dello stadio del Real ha gridato a gran voce il suo nome affinchè battesse il rigore del 2-0, poi realizzato dal fischiatissimo Ramos. Insomma, prima Vinicius era un problema perchè non giocava. Ora, invece, crea difficoltà perchè scende in campo. Alla faccia del “crescere con calma”, predicato da Solari…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy