L’esordio perfetto di Kulusevski entusiasma la Svezia: “Come Ibra, può diventare il migliore al mondo”

Difficile immaginare un esordio migliore in bianconero per Dejan Kulusevski. Alla sua prima partita ufficiale con la Juventus di Pirlo, lo svedese si prende la scena e inaugura la stagione della Signora con la rete che apre le danze nel 3-0 alla Sampdoria. Una notte magica, che ha avuto parecchia eco anche in Svezia.

di Redazione Il Posticipo

Difficile immaginare un esordio migliore in bianconero per Dejan Kulusevski. Alla sua prima partita ufficiale con la Juventus di Pirlo, lo svedese si prende la scena e inaugura la stagione della Signora con la rete che apre le danze nel 3-0 alla Sampdoria. Un gol che significa parecchio, anche perchè l’ex Parma era tra i più attesi. La fiducia del tecnico, che già in precampionato lo aveva affiancato a Cristiano Ronaldo, è stata giustificata, così come anche i 35 milioni che sono serviti per strapparlo all’Atalanta, che deteneva il suo cartellino. Una notte magica, che ovviamente ha avuto parecchia eco anche in Svezia.

ESORDIO PERFETTO – Nel suo paese Kulusevski è costantemente sotto i riflettori. Normale, considerando che si tratta del talento più luminoso del calcio svedese. A volte la troppa attenzione è negativa, come nel caso della panchina in nazionale con tanto di critiche al CT e intervento persino di…sua maestà Zlatan Ibrahimovic. Ma quando Kulusevski fa bene, i complimenti arrivano eccome. E come spiega Aftonbladet, la serata dello juventino è stata di quelle da ricordare: “L’esordio perfetto”, titola il quotidiano svedese, che poi lascia la parola agli esperti quando si tratta di tirare le somme di questa prima partita in bianconero. E i voti sono altissimi, con paragoni pesanti. Anche perchè fanno notare che proprio come Ibra ha segnato al debutto in bianconero…

ELOGI – Il primo a dire la sua è stato proprio Janne Andersson, il tecnico della nazionale con cui Kulusevski ha avuto qualcosa da ridire qualche settimana fa. A dimostrazione che il caso è chiuso, il CT si è complimentato con il suo calciatore e ne ha analizzato la prestazione. “È molto bravo, ovviamente. Ha capito subito quello che doveva fare ed era ben posizionato in campo”. Ed elogi ancora più importanti arrivano dall’opinionista Vicki Blommé: “Ha tutte le qualità per arrivare allo stesso livello di Zlatan Ibrahimovic. Crede di poter essere il migliore al mondo, e questo è importante. E penso che possa esserlo, la Juventus non lo avrebbe comprato per così tanti soldi se non fosse così”. Insomma, esordio passato con parecchie lodi. E il bello forse deve ancora venire…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy