Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Leonardo: “Squadra in crescita. Abbiamo vinto a Manchester, Barcellona e Monaco…”

(Photo by David Ramos/Getty Images)

Il PSG vince a Monaco di Baviera una partita di straordinaria importanza.

Redazione Il Posticipo

Il PSG vince a Monaco di Baviera una partita di straordinaria importanza. Un 3-2 che mette il PSG in una posizione di indubbio vantaggio i vice campioni d'Europa. Leonardo analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport.

CONTENTO - Una vittoria di sofferenza. E di maturità. "Sono contentissimo. Abbiamo vinto in casa del Bayern senza sei giocatori che per un motivo o per un altro c'erano a Barcellona e non sono potuti scendere in campo. Il Bayern non perdeva da 19 partite, segnare qui tre gol significa tanto. Questa squadra sta mettendo in campo valori importanti, specialmente nelle difficoltà. Oggi c'è stata anche la fortuna, e serve anche quella, ma in generale vi sono dei dati confortati. Anche se avevamo problemi, in questa stagione, siamo sempre riusciti a tirarci fuori dai guai e a uscirne benissimo. Contro lo United non avevamo scelta, potevamo uscire, e abbiamo vinto 3-1. A Barcellona la squadra ha dominato. E anche a Monaco abbiamo vinto. Sono segnali di crescita importanti, di un gruppo giovane ma che ha tanta esperienza. Ricordiamoci, però che mancano ancora 90' di gioco".

RITORNO - In questo senso la sfida con il Barcellona insegna a non dare nulla per scontato. Anche perché il vantaggio è risicato. E soprattutto il Bayern non è il Barcellona. "Non abbiamo sottovalutato il gioco, l'abbiamo gestita perché avevamo vinto l'andata. Credo che la sfida al Parco dei Principi sia stata dettata dall'interpretazione dei 180'. Probabilmente c'era anche l'ansia di dover superare il turno. Comunque questa è una squadra che gioca al calcio, quando siamo arrivati nei pressi dell'area avversaria abbiamo comunque trovato la via del gol. Questa sfida ci rende felici anche in ottica di mercato. Neymar e Mbappé rappresentano due situazioni che si sbloccheranno con il tempo e siamo ottimisti, ma non è questo il momento di parlare di mercato, ci dobbiamo concentrare sulla competizione".