Lecce, Sticchi Damiani: “Difenderemo la A. Non si molla di un centimetro: ci saranno innesti”

Lecce, Sticchi Damiani: “Difenderemo la A. Non si molla di un centimetro: ci saranno innesti”

Il presidente dei salentini analizza l’andamento della squadra al termine del girone d’andata che vede comunque il Lecce virtualmente salvo. E promette interventi sul mercato.

di Redazione Il Posticipo

Sticchi Damiani fa quadrato intorno al Lecce. Il presidente dei salentini, in conferenza stampa, analizza l’andamento della squadra al termine del girone d’andata che vede comunque una squadra in salvo. E promette l’intervento sul mercato.

SALVI – Il Lecce è virtualmente salvo. “Dall’entusiasmo siamo passati troppo presto al funerale. I dati vanno valutati con equilibrio. Iniziamo il girone di ritorno con possibilità di salvezza assolutamente intatte. Al termine del girone d’andata mi sembra giusto fare un bilancio della situazione. Oggi ci troviamo virtualmente salvi con un punto di vantaggio sulla terz’ultima. Veniamo da quattro sconfitte consecutive e non ci bendiamo gli occhi. Nessuno si tappa gli occhi. Noi proveniamo dal doppio salto, siamo ancora in corsa. Molte squadre sono già virtualmente retrocesse. Cercheremo di confermare almeno questa posizione di classifica”.

INVESTIMENTI – Il presidente rivendica gli investimenti. “Abbiamo messo risorse personali per oltre 16 milioni. Il giocattolo è costato sia il reinvestimento di tutti i ricavi, ma anche qualcosa alla proprietà. Per un doppio salto è una cifra anche contenuta. Si è fatto un buon lavoro da un punto di vista tecnico ed economico. La società non spende soldi delle banche. Il Lecce ha 0 euro di debiti con qualsiasi istituto di credito e si trova in serie A con uno stadio ristrutturato”.

MERCATO – Sticchi Damiani poi si concentra sull’immediato futuro: “Non posso permettermi di indebitare il club e poi di venderlo. Ho un obbligo morale verso la squadra della mia città. Sono tifoso del Lecce e i conti devono essere tenuti in ordine. Tutte le operazioni di mercato sono concertate e condivise con direttore sportivo e allenatore. Oltre a Donai e Deiola, se si verificheranno determinate situazioni, sono previsti altri tre innesti: un difensore centrale, una mezzala e un trequartista. Non si molla di un centimetro. Dobbiamo difendere questa Serie A a tutti i costi”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy