Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Leboeuf: “Nel 2000 e nel 2006 non hanno dato il Pallone d’Oro a Zidane per due rossi, quindi anche Messi…”

BERLIN - JULY 09:  Marco Materazzi #23 of Italy is knocked to the ground by Zinedine Zidane #10 of France, whilst challenging for the ball during the FIFA World Cup Germany 2006 Final match between Italy and France at the Olympic Stadium on July 9, 2006 in Berlin, Germany.
  (Photo by Sandra Behne/Bongarts/Getty Images)

Comunque vada, sarà polemica. L'assegnazione del Pallone d'Oro 2021 si preannuncia calda in qualsiasi caso. E Leboeuf è pronto a essere parecchio contrariato, sia se non dovesse vincerlo Benzema che, soprattutto, se dovessero darlo a Messi...

Redazione Il Posticipo

Comunque vada, sarà polemica. L'assegnazione del Pallone d'Oro 2021, che avverrà a fine novembre, è già pronta per garantire la solita dose di accuse. Del resto, quando ci sono ben quattro candidati forti (Jorginho, Messi, Benzema e Lewandowski) e nessun vincitore annunciato, chiunque si porterà a casa il premio di France Football lo farà tra parecchi dubbi e volti contrariati. Tra cui ci sarà quello di Frank Leboeuf, sia se non dovesse vincerlo Benzema che, soprattutto, se dovessero darlo a Messi. Parlando al programma Telefoot, il transalpino he spiegato che tra i criteri previsti per l'assegnazione c'è quello del Fair Play. E visto quanto avvenuto parecchi anni fa con Zidane, l'ex difensore si aspetta perlomeno...un metro di giudizio simile!

DUE ROSSI - "Sia nel 2000 che nel 2006, Zidane non ha vinto il Pallone d'Oro perchè in entrambe lo occasioni aveva ricevuto un cartellino rosso. Messi è stato espulso nella Supercoppa di Spagna e questo nella votazione può contare. Se non l'hanno dato a Zidane, non lo devono dare neanche a Messi". Leboeuf si riferisce a due annate in cui Zizou è finito sul podio del trofeo di France Football, ma si è visto scavalcare rispettivamente da Figo e da Cannavaro e Buffon. E se il riferimento al 2006 è abbastanza chiaro, ovvero la testata del francese a Materazzi nella finalissima dei mondiali in Germania, agli juventini non sfuggirà invece quello del 2000, perchè il rosso in questione Zidane lo prende proprio con la maglia della Juventus.

TESTATA - È il settembre 2000 e i bianconeri affrontano l'Amburgo in Champions League in una serata pazza a Torino. La squadra di Ancelotti finisce in nove e Zidane si becca il rosso per una testata di reazione nei confronti di Jochen Kientz, roccioso difensore dei tedeschi, che racconterà poi quel momento come uno dei più belli della sua carriera. Chi non la prende con la stessa filosofia è invece la UEFA, che al francese commina ben cinque giornate di squalifica a livello continentale. Ed evidentemente, a sentire Lebouef, anche i giurati del Pallone d'Oro, che al momento di votare preferiscono Figo, che si aggiudica il premio con 197 voti, contro i 171 di Zizou. La differenza l'ha fatta quel rosso, anche relativamente vicino ai tempi del voto? Chissà. Ma l'ex compagno di nazionale di Zidane non ha dubbi al riguardo.