Le ultime parole famose di Hudson-Odoi: “Voglio essere un giocatore temuto da tutti” ma subentra e esce dopo 31′

Hudson-Odoi, dall’arrivo di Tuchel è migliorato pur giocando fuori ruolo. Contro il Southampton però resta in campo per soli 31 minuti.

di Redazione Il Posticipo

Molti giocatori, per rendere bene, hanno bisogno di continuità. E sotto la guida di Frank Lampard, molti giocatori del Chelsea non sembravano al massimo della propria condizione. Tuchel ha cambiato modulo e molti giocatori ne beneficiano nonostante vengano schierati apparentemente fuori posizione. Fra questi c’è Callum Hudson-Odoi che dall’arrivo del tedesco è migliorato pur giocando non più come ala, suo ruolo naturale ma come esterno a tutta fascia. Bene così, visto che negli ultimi mesi era finito sulle cronache per polemiche e controversie. Contro il Southampton però, il ragazzo torna ai…vecchi tempi: subentra dalla panchina e resta in campo per soli 31 minuti.

IN & OUT – L’esterno era subentrato alla punta Abraham facendo salire Werner in posizione di centravanti e prendendosi la fascia sinistra sulla trequarti. La sua partita però non sembra all’altezza delle ultime prestazioni. Tuchel non è soddisfatto e la partita del ragazzo è brevissima. Da subentrato a sostituito in appena 31 minuti. Al suo posto, per la cronaca, Ziyech. Come riporta Sportbible, l’inglese è rimasto fra il sorpreso e l’agitato nel momento in cui ha visto il proprio numero di maglia sulla lavagnetta del quarto uomo. E non ha nascosto la propria amarezza uscendo dal campo.

(Photo by Neil Hall – Pool/Getty Images 2021)

I PROPOSITI – Odoi aveva pronunciato le classiche parole famose alla vigilia della sfida. “Voglio essere quel giocatore che ogni squadra teme, fare un gol o un assist in ogni partita per aiutare la squadra. Voglio essere uno di quei giocatori che finisce regolarmente sul gabellino della partita. Che io giochi da esterno a tutto campo o da ala, voglio andare spesso sul secondo palo a cercare il tap-in: tutti i gol contano, alla fine“. Certamente ha ancora tempo e modo di ritrovare autostima e la fiducia di Tuchel.  Per evitare, però ulteriori cattive figure e amarezze è meglio non fare irritare il tecnico tedesco che,  come so è visto contro il Southampton, non perde tempo nel prendere soluzioni drastiche. Non a caso Odoi è il primo giocatore in Premier League che in questa stagione sostituisce e viene sostituito nella stessa partita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy