Le Tissier attacca Klopp sul rigore del Napoli: “Ipocrita, quando lo fanno i suoi…”

Le Tissier attacca Klopp sul rigore del Napoli: “Ipocrita, quando lo fanno i suoi…”

Non si può piacere a tutti. Jurgen Klopp è certamente uno degli allenatori più amati del mondo, ma dopo il match con il Napoli gli è arrivata un’accusa pesante, quella di ipocrisia. E il mittente è una leggenda del calcio di Sua Maestà…

di Redazione Il Posticipo

Non si può piacere a tutti e questo vale anche per chi ha un tasso di approvazione molto alto. Jurgen Klopp è certamente uno degli allenatori più amati del mondo, non solo per i risultati e per il gioco del suo Liverpool, ma anche per la sua innata simpatia. Durante la conferenza dopo il match contro il Napoli, il tedesco ha mostrato parecchia ironia, soprattutto sull’episodio che ha deciso la gara. Il tecnico ha chiesto ai presenti se qualcuno pensava che l’intervento di Robertson su Callejon fosse da rigore. E quando una persona ha alzato la mano, Klopp ha risposto “oh bene, allora non è un errore così chiaro ed evidente”.

DUE PESI… – Ma, battute a parte, l’allenatore ha detto la sua sull’episodio incriminato. “Se un calciatore salta prima che ci sia un contatto, non è mai rigore”. Una frase che però gli è valsa un’accusa pesante, quella di essere un ipocrita. Ad esporsi su Klopp è una leggenda del calcio inglese degli ultimi trent’anni. Matthew Le Tissier, storica bandiera del Southampton, ha riportato su Twitter il commento del tedesco, salvo poi aggiungere una postilla. “La frase successiva non è stata ‘a meno che non si tratti di un mio calciatore’, vero?”. Considerate le polemiche riguardo i presunti tuffi di Salah, una frecciata bella e buona nei confronti del Liverpool.

IPOCRISIA – Le Tissier spiega che “questa ipocrisia non c’è solamente da parte di Klopp, ma anche dalla maggior parte degli allenatori”, eppure l’attacco è diretto proprio al tecnico dei campioni d’Europa. Il che gli è valso più di qualche…richiesta poco amichevole di chiarimenti dai tifosi dei Reds. La bandiera dei Saints spiega che per lui l’intervento di Robertson non era da rigore, ma questo non basta a calmare la rabbia dei supporter del Liverpool. Ma alla fine un nemico comune…si trova. “Errore della VAR, mancanza di comprensione della dinamica”, chiosa Le Tissier. Ma di certo pochi gli perdoneranno una punzecchiata del genere all’amatissimo Klopp.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy