Le strane priorità di Guardiola: “Voglio allenare una nazionale, ora non ho tempo per…”

Il tecnico del Manchester City scopre le carte e ammette che in futuro gli piacerebbe allenare una Nazionale. Uno dei motivi? Avere più tempo a disposizione per giocare a golf!

di Redazione Il Posticipo

Un futuro da…golfista. Pep Guardiola si concede qualche parola sulle proprie passioni durante una conferenza all’Università di Liverpool. Il tecnico del Manchester City non smette mai di pensare a ciò che verrà. E oltre alla voglia di scrivere la storia dei Citizens, come riporta il Daily Mail, ha già pronta la prossima tappa della sua carriera: allenare una Nazionale. Uno dei motivi? Avere più tempo per migliorarsi come…golfista.

GOLF – La storia del golf, ovviamente, è una battuta, ma attenzione a non prendere sul serio Guardiola. Con la testa sempre fissa sul futuro, il tecnico spagnolo è un grande appassionato del gioco, e non gli dispiacerebbe diventare un giocatore migliore. Allenando una Nazionale, quindi, il tempo a disposizione aumenterebbe a dismisura: “Mi piacerebbe essere più coinvolto, ma con più calma rispetto ad ora. Adesso non ho tempo per giocarci, avendo partite ogni tre giorni”. 

NAZIONALE – E un altro motivo che lo spinge a voler allenare una Nazionale, ovviamente, è la continua ricerca di nuovi stimoli e nuove avventure da vivere: “Adoro viaggiare. L’ho fatto alla fine della mia carriera da calciatore ed anche come manager, ed è incredibile”. Parole di Guardiola, che, poco prima di appendere gli scarpini al chiodo, ha vissuto in Messico ed in Qatar. “Come allenatore ho vissuto prima in Germania e adesso in Inghilterra. Ho imparato il tedesco quando prima mi era impossibile capirlo. La mia famiglia non parlava una parola di inglese, adesso, lo parla perfettamente”. Per un attimo, il tecnico catalano si toglie le vesti dell’allenatore e si mette quelle di un padre: “Viaggiare è stupendo. Incoraggio le persone a farlo. Bisogna essere curiosi, la carriera di un calciatore è troppo corta”. Se poi, tra un viaggio e un altro, si vince un Mondiale e si migliorano il drive e il putt, tanto meglio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy