Le “Sliding doors” della Champions vincono nel dibattito fra riposati o “rodati”

Le “Sliding doors” della Champions vincono nel dibattito fra riposati o “rodati”

I risultati della Champions sembrano dare ragione al partito del “riposo” rispetto a chi riteneva che giocare a ridosso della Final Eight sarebbe stato un vantaggio.

di Redazione Il Posticipo

Il primo atto della Final Eight di Champions lascia in eredità un dibattito: da una parte, chi è convinto che il riposo abbia fatto bene ai calciatori. Dall’altro, chi ritiene che giocare a ridosso della fase finale sia stato un vantaggio. Il Mundo Deportivo ci ha studiato su.

ESITO – L’esito delle partite lascerebbe pochi dubbi: sono arrivate in semifinale due squadre francesi e due tedesche. E sono tornate a casa due spagnole, una inglese e una italiana. I francesi non hanno giocato una partita di campionato da metà marzo, ma si sono affrontati fra di loro due settimane prima della Finel Eight.  I  tedeschi hanno smesso di giocare il  27 giugno.  Barça e Atletico sono eliminate dopo aver chiuso la Liga il 19 luglio , il City ha giocato la Premier fino al 26 luglio e l’Atalanta, la cui ultima partita in La serie A due giorni dopo.

RIPOSO – Attenzione, però, al rovescio della medaglia. Lipsia, PSG e Lione hanno avuto la meglio sugli avversari nel finale, fugando i dubbi sula tenuta atletica. Chi sostiene che il ritmo partita sia stato incidente nelle gambe di chi ha giocato, troppo e troppo spesso, prima della Champions non può non considerare che tre gare su quattro (un autogol in Lipsia – Atletico, un finale beffa in Atalanta – PSG e l’errore di Sterling in Lione – City)  si siano decise per episodi più che per crolli fisici. Innegabile, dunque, che chi ha riposato sia riuscito a giovarsene. Altrettanto vero, però, che chi ha perso può recriminare sugli episodi più che sul calo fisico. Sliding doors che avrebbero potuto cambiare la storia della Champions. La storia, però, non si scrive con i se, ma è redatta da chi la vince.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy