Le scelte di Griezmann: fa…fuori il Cholo, ma un Simeone in squadra se lo tiene!

Le scelte di Griezmann: fa…fuori il Cholo, ma un Simeone in squadra se lo tiene!

Griezmann ha scelto l’Atletico Madrid per intraprendere una campagna calcistica videoludica. Le sue scelte, però, continuano a fare un po’ di rumore. Del resto, è un Petit Diable.

di Redazione Il Posticipo

Ventisette anni compiuti a marzo e l’ascesa al soglio di campione del mondo parlano chiaro: Antoine Griezmann, a ventisette anni è sì nel pieno della propria maturità professionale ma, suvvia, è ancora un ragazzo. E un ragazzo, specialmente appassionato di calcio, è giusto che si goda il suo tempo libero con qualche svago videoludico. A quanto pare, Griezmann ha scelto Pro Evolution Soccer per la sua “carriera”. No, la notizia non è questa; è la squadra che Griezmann ha tirato su e immortalato con una foto pubblicata come Instagram Story.

NIENTE COMPAGNI DI SQUADRA – La squadra scelta, chiaramente, è l’Atletico Madrid. Non poteva essere altrimenti viste le ultime dichiarazioni del Petit Diable riguardanti il suo rifiuto al Barcellona dell’estate appena conclusa. Antoine resta tra i Colchoneros, quindi. Ma resta solo lui, o quasi. Perché l’unico compagno di squadra “reale” inserito nella propria selezione virtuale è il prodigio sloveno Jan Oblak.

LEGGENDE – Il reparto centrale della difesa è… da derby. Il comparto centrale del Real Madrid (Varane e Ramos) mentre i terzini sono stati prelevati dall’Arsenal (Bellerin) e dalla Juventus (Alex Sandro). A centrocampo, Griezmann si diletta con una delle possibilità di PES: la possibilità di inserire in squadra i giocatori leggendari. Il vertice basso del centrocampo è un certo Ruud Gullit con accanto Modric e Pogba, mentre in panchina siede lo Spice Boy, David Beckham.

SIMEONE? SÍ, MA… – L’attacco? Al centro, ovviamente c’è Griezmann, a sinistra CR7 e a desta Leo Messi. In panchina, per la gioia del Cholo, c’è Giovanni Simeone e per sostituire gli esterni scalpitano Salah, Dembelé e Sterling. Ma in panchina, e qui la gioia del Cholo potrebbe essere discutibile, siede con taccuini e lavagnette Jürgen Klöpp. Difficile immaginare che un giocatore di calcio possa non stimare il tecnico tedesco per il suo credo calcistico e poi bastava guardare il modulo scelto da Antoine per accorgersi che il posto dell’allenatore “reale” dell’Atletico sarebbe stato virtualmente esonerato. In compenso c’è Giovanni. Basterà per evitare l’ira di Diego Pablo?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy