Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Le rivelazioni del centravanti del Leeds: “Con Bielsa amore e odio, ci lamentiamo tantissimo, ma ora finalmente lo vediamo più rilassato…”

A Leeds è cominciata...la vida Loca, anche se già solitamente di normale con Marcelo Bielsa non c'è assolutamente nulla. Ma da quando è arrivata la promozione in Premier, i giocatori dello United hanno potuto conoscere un Bielsa diverso come...

Redazione Il Posticipo

A Leeds è cominciata...la vida Loca. Non che prima della promozione i calciatori dello United fossero in una situazione...normale, perchè di normale con Marcelo Bielsa non c'è assolutamente nulla. L'argentino è arrivato quasi due anni fa come un ciclone e ha ribaltato le vite, sportive e non, dei suoi calciatori. Tra le solite stranezze del tecnico, compreso lo Spygate che lo ha contrapposto a Frank Lampard nella scorsa stagione, e qualche delusione in campo, alla fine è arrivata la promozione in Premier. E solo a quel punto i giocatori hanno potuto conoscere un Bielsa diverso, come conferma il centravanti Bamford ai microfoni della TV ufficiale del club.

AMORE-ODIO - Che rapporto c'è con il tecnico? Non è semplicissimo da spiegare... "È quasi un rapporto di amore-odio, perchè lui ci spinge sempre a dare di più. Ed essendo noi un gruppo di ragazzi, ci lamentiamo molto. Con Bielsa tutti quanti dicono che non si riesce mai a vedere un lato più personale dell'allenatore, ma noi dentro di noi sappiamo che sta ottenendo il meglio da uno di noi e noi, da giocatori, possiamo vedere come è riuscito a cambiare la squadra. È un risultato ottenuto con determinazione e voglia di raggiungere il massimo da parte sua. E adesso possiamo vederlo più rilassato. È un tipo davvero amabile, io gli devo tantissimo e come me anche il resto dei miei compagni".

ORGOGLIO - La festa è cominciata e continuerà almeno fino alla prima partita di Premier, ma forse nessuno capisce ancora quanto è stato fatto dalle parti di Elland Road. "Non pensavamo che avremmo vinto il campionato di 10 punti, fino alle ultime partite era tutto in bilico. Ma è un qualcosa che significa molto per tutti noi. Per i tifosi, per lo staff e per l'intero club che è quasi una famiglia, abbiamo reso la città orgogliosa di noi. Non credo che ci si renda conto di quello che abbiamo ottenuto, dopo sedici anni di sofferenza abbiamo riportato la Premier League a Leeds. Finchè non avremo smesso di giocare, non capiremo a pieno quello che siamo riusciti a fare". Anche perchè, se Bielsa rimarrà a lungo, dopo anni di...locura ci si dovrà anche riposare...