calcio

Le priorità di Harry Kane: “Piangerò se l’Inghilterra vince un trofeo, ma al mio matrimonio…”

Il centravanti si prepara alla sfida con la Croazia, che può valere la rivincita della semifinale della Coppa del Mondo, le final four di Nations League o...la retrocessione in B, raccontando il suo rapporto viscerale con la maglia dell'Inghilterra.

Redazione Il Posticipo

Ci sono cose nella vita che superano per importanza tutto il resto. La famiglia, l'amore e...la nazionale inglese. Qualsiasi suddito di Sua Maestà sarà decisamente d'accordo nell'inserire i Tre Leoni tra le proprie priorità assolute. E visto che Harry Kane è sì il bomber di Southgate (nonchè capocannoniere dell'ultimo mondiale), ma anche e soprattutto un tifoso della nazionale, l'attaccante del Tottenham non fa decisamente eccezione. Il centravanti si prepara alla sfida con la Croazia, che può valere la rivincita della semifinale della Coppa del Mondo, le final four di Nations League o...la retrocessione in B, raccontando al Daily Mail il suo rapporto viscerale con la maglia dell'Inghilterra.

LACRIME - E non ha paura di mostrare...le sue lacrime. "Quando ero un ragazzo piangevo se l'Inghilterra perdeva. Anzi, in realtà piangevo anche quando perdevo una partita. O in qualsiasi competizione". Un Kane emotivo? No, semplicemente intenzionato a vincere sempre. Facile immaginare come la semifinale contro la Croazia sia ancora una ferita aperta. Ma in quel caso, niente lacrime. "Quella partita ha portato una serie di emozioni diverse. Ovviamente ero distrutto quando siamo usciti, ma non volevo scoppiare a piangere. Volevo essere forte ed essere lì ad aiutare i miei compagni di squadra, visto che sono anche uno dei leader del gruppo".

FIDANZATA - Ma per qualcosa, Kane piangerebbe molto volentieri. Se la sua Inghilterra dovesse sollevare un trofeo, il bomber del Tottenham non nasconderebbe la sua commozione. Il che...crea problemi a casa! "Prendo sempre in giro la mia fidanzata, dicendole che piangerei sicuramente se vincessi un trofeo con la maglia dell'Inghilterra. E lei mi risponde che se non piangerò anche al nostro matrimonio, quando lei percorrerà la navata, allora non se ne farà nulla!". C'è il rischio? Chissà, perchè dopo una gioventù molto emotiva, Kane ora trattiene meglio le sue emozioni."Non sono uno che piange molto. La mia fidanzata probabilmente non mi ha mai visto piangere. Quindi bisognerà vedere cosa arriverà prima, se la vittoria o il matrimonio". I tifosi inglesi sperano perlomeno in una...concomitanza.

Potresti esserti perso