Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Le papere di De Gea? Tutta colpa…di Cristiano Ronaldo!

La stagione di David De Gea con la maglia del Manchester United continua a riservare delusioni al portiere spagnolo. E qualcuno ha capito perchè. La colpa, ammesso che così si possa definire, è di...Cristiano Ronaldo. Una papera su un suo gol...

Redazione Il Posticipo

Di male in peggio. La stagione di David De Gea con la maglia del Manchester United continua a riservare delusioni al portiere spagnolo. L'ultima in ordine di tempo è arrivata nella semifinale di FA Cup, persa per 1-3 dagli uomini di Solskjaer contro il Chelsea di Lampard. L'estremo difensore dei Red Devils ci ha messo parecchio del suo, soprattutto sul gol del vantaggio dei Blues, realizzato da Giroud, e su quello di Mount. E se persino il transalpino ha candidamente ammesso che uno come De Gea avrebbe dovuto tranquillamente parare il suo tocco di esterno ravvicinato, significa che qualcosa decisamente non va. E qualcuno ha capito...perchè.

2018 - La colpa, ammesso che così si possa definire, è di...Cristiano Ronaldo. Che non affronta De Gea se non in Champions League, considerando che giocano in due campionati diversi. Ma che secondo la rete è la causa del momentaccio del portiere dello United, che sembra essere cominciato al Mondiale 2018. Nel match tra Spagna e Portogallo il cinque volte Pallone d'Oro ha segnato una leggendaria tripletta, ma su almeno una delle reti c'è la netta complicità di De Gea. Il sinistro da fuori di CR7 che vale il momentaneo 2-1 per i lusitani è tutto fuorchè irresistibile, ma il portiere non riesce a trattenerlo e lo fa goffamente terminare nella sua porta. Dopodichè...il buio, con una serie di papere lunga due anni che sta facendo perdere la pazienza ai tifosi del Manchester United.

RINNOVO - Oltre che a Roy Keane, che prende molto seriamente il suo lavoro da opinionista TV e dà, appunto, la sua opinione. E per lui De Gea è finito, non ha più un futuro dalle parti di Old Trafford. Peccato che il club gli abbia da poco rinnovato il contratto fino al 2023 a cifre faraoniche: l'estremo difensore guadagna 15 milioni di euro netti a stagione, anche se a sentire i suoi tifosi non è che se li stia esattamente guadagnando. Soprattutto considerando il suo rendimento prima del Mondiale 2018, che gli era valso il titolo (seppur non ufficiale) di miglior portiere del mondo. Ma adesso, almeno, si è capito di chi è la colpa della sua involuzione, cioè del povero CR7. E chissà che alla fine la sua ex squadra non gli chieda i danni. O almeno di contribuire all'ingaggio del portiere!