Le notti brave del giovane Bendtner: fra molestie e offerte di stupefacenti…

Le notti brave del giovane Bendtner: fra molestie e offerte di stupefacenti…

L’ex attaccante della Juventus continua a rivelare episodi più o meno controversi della sua vita anticipando i capitoli della sua autobiografia. Questa volta le lancette del tempo si fermano nel 2003 quando ancora sedicenne…

di Redazione Il Posticipo

L’ex attaccante della Juventus continua a rivelare episodi più o meno controversi della sua vita. Questa volta le lancette del tempo si fermano nel 2003 quando un ancora sedicenne, secondo quanto riportato dal Sun, gli avrebbero offerto prima delle sostanze stupefacenti. Per poi adescarlo. Accade tutto nella notte di San Silvestro, quando Bendtner aveva 16 anni ed era in procinto di unirsi all’Arsenal. 

STUPEFACENTI  – La “spoilerata” dell’autobiografia dell’attaccante danese, attesissima dai tabloid d’oltremanica, riguarda un certo “Silas”. Nome ovviamente di fantasia. La persona, però, esiste davvero. Un amico che, in una serata definita “esagerata” dal danese, gli offre delle sostanze stupefacenti, forse cocaina. Bendtner parla però di probabilità. Avrebbe potuto anche essere del caffè. Insomma le idee non sono chiarissime. Nel dubbio, Bendtner decide di non accettare l’offerta. La serata, però, va avanti. E i due decidono di passare la notte insieme, ma non nel senso che “Silas” avrebbe sperato. Anzi.

ADESCAMENTO –  Il risveglio dell’ex attaccante danese, sarebbe stato piuttosto brusco. L’amico gli stava mettendo le mani proprio lì.  “È stata una serata esagerata. Silas  del resto mi ha già visto con diverse ragazze, quindi sa che sono uno “sparatutto”. Tuttavia, mi sveglio percependo che sta per giocare con il mio… coso. Allora rispondo come farebbe qualsiasi adolescente eterosessuale. Non l’ho picchiato né aggredito ma ricordo bene di averlo rimproverato in modo furioso. Come un pazzo”.

ROTTURA – Fine di una serata e anche di una amicizia. “Silas” ha provato a riallacciare i  contatti ma non è servito a granché.  “Mi sono rivestito e da allora non l’ho voluto né vedere né sentire”. Quanto basta, però, per suscitare interesse da parte degli amanti del gossip. Resta da capire chi sia questo Silas, ma gli indizi offerti dall’ex attaccante della Juventus restano piuttosto vaghi: “Adesso vive nell’alta società. Ma pur essendo nel jet-set non ha mai confessato chi è. Vive nella falsità e nella bugia. Con tanti scheletri nell’armadio”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy