Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Le leggende del Bayern contro Lewandowski: “Il club gli pulisce il c**o tutti i giorni, che altro vuole?”

SAINT PETERSBURG, RUSSIA - JUNE 23: Robert Lewandowski of Poland looks dejected following defeat in the UEFA Euro 2020 Championship Group E match between Sweden and Poland at Saint Petersburg Stadium on June 23, 2021 in Saint Petersburg, Russia. (Photo by Dmitry Lovetsky - Pool/Getty Images)

Il rinnovo del polacco con il Bayern è più complicato del previsto. Ma Basler e Babbel spiegano che se il problema è quello del riconoscimento del suo valore, Lewandowski non può chiedere di più…

Redazione Il Posticipo

In casa Bayern Monaco tiene banco il rinnovo di Robert Lewandowski. Il centravanti polacco è certamente il calciatore più importante della squadra ma il suo contratto in scadenza 2023 presenta parecchie difficoltà. La carta di identità parla abbastanza chiaro, ma i numeri pazzeschi del bomber segnalano che l’età potrebbe non essere un fattore. Eppure lo diventa, perché il club di Säbener Straße dovrà fare una spesa assai pesante per un giocatore avanti con gli anni. Non che il Bayern non voglia riconoscere a Lewa la sua centralità, considerando che i bavaresi sembrano anche essersi sfilati dalla corsa per Haaland proprio perché tanto hanno già il polacco. Che però non deve tirare troppo la corda.

BASLER - A dirlo sono due grandi ex del Bayern, Mario Basler e Markus Babbel. Le loro dichiarazioni al riguardo, riportate da AS, non sono per nulla concilianti. Se il problema è quello del riconoscimento del suo valore, spiega Basler, Lewandowski non può chiedere di più. “Quanto altro riconoscimento chiede? La dirigenza parla bene di lui ogni momento, danno segnali di volergli rinnovare il contratto e comunque è il giocatore che guadagna più di tutti, anche di un bel po’. Il Bayern gli pulisce il c**o tutti i giorni, cos’altro vuole che faccia il club, tagliargli le unghie dei piedi?”. Un’immagine non certamente usuale, ma che spiega abbastanza bene quanto i bavaresi tengano in considerazione il polacco. Che quindi dovrebbe comportarsi di conseguenza.

BABBEL - Anche Babbel lo spiega senza mezzi termini. “Dice che non è apprezzato a sufficienza e questa cosa non si può sentire. Nessun calciatore al Bayern ha ricevuto tanti apprezzamenti quanto lui negli ultimi vent’anni. Thomas Müller, per esempio, non ha trasformato il suo rinnovo in un circo, è questa situazione che dà fastidio. Lewandowski guadagna 25 milioni di euro e vuole di più, nessuno al Bayern guadagna quanto lui. Ci sono stati momenti in cui voleva andarsene, in cui non si identificava con il club come una volta. Ma nonostante questo, il Bayern lo ha sempre appoggiato perché lo apprezza molto”. Se però il problema sono i soldi, forse i complimenti al polacco non bastano più…