Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Le inglesi preoccupate dal total white: “Quando arriva quel giorno del mese…”

Le inglesi preoccupate dal total white: “Quando arriva quel giorno del mese…” - immagine 1
Rotto il ghiaccio, resta da superare... l'imbarazzo. In Inghilterra il bianco è tradizione ma c'è da fare i conti con il ciclo mestruale.

Redazione Il Posticipo

L'Inghilterra femminile ha iniziato nel migliore dei modi il proprio campionato europeo superando l'Austria. Rotto il ghiaccio, resta da superare... l'imbarazzo. In un torneo che dura tre settimane è praticamente certo che diverse componenti della rosa debbano fra i conti con il ciclo mestruale. Come riportato dal Telegraph, le ragazze della nazionale hanno chiesto la possibilità di indossare un colore di pantaloncini diverso dal bianco onde evitare riconoscibili quanto imbarazzanti inconvenienti.

IMBARAZZO

Le ansie dei giocatrici nel dover vestirsi di bianco durante il periodo delle mestruazioni ha spinto le ragazze a confrontarsi con il colosso sportivo che produce il kit ufficiale della nazionale. A spiegarlo è stata proprio Beth Mead autrice del gol decisivo contro l'Austria. "Ne abbiamo parlato anche fra compagne di squadra e si è deciso un confronto con l'azienda, hanno recepito il messaggio ed adesso speriamo che possano cambiare il colore. Sono la prima sostenitrice del kit bianco, lo trovo davvero molto bello ma è altrettanto inevitabile che diventi poco pratico quando arriva quel particolare momento del mese. Sono certa che affronteremo la questione nel miglior modo possibile".

Le inglesi preoccupate dal total white: “Quando arriva quel giorno del mese…” - immagine 1

DUBBI

Resta da capire se saranno accontentate. La centrocampista dell'Inghilterra Georgia Stanway, che è stata nominata giocatrice della partita nella partita dell'Inghilterra davanti a un nuovo pubblico record per una partita di Women's Euros all'Old Trafford, ha affermato che il passaggio a un altro colore non sarà un percorso così semplice. "È difficile, perché storicamente associamo l'Inghilterra e il colore della nazionale inglese al bianco. Il kit casalingo è incredibilmente bello, ma è evidente che potrebbe creare anche qualche imbarazzo. Sono sicura che dal prossimo anno qualcosa cambierà, ma nel frattempo ci affidiamo all'adrenalina e all'emozione di giocare per il nostro paese. Non appena si scende in campo non si pensa ad altro. A livello personale quando scendo in campo sono così concentrata che non mi accorgerei neanche di essere nuda".