Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Neymar: 500mila euro al mese per salutare i tifosi, non criticare il PSG e andare al Santos

Neymar: 500mila euro al mese per salutare i tifosi, non criticare il PSG e andare al Santos - immagine 1
Il brasiliano ha anche qualche bonus perlomeno particolare...

Redazione Il Posticipo

Il caso Neymar continua a trascinarsi da mesi al Paris Saint Germain. L'ultima offerta sarebbe stata al City, gentilente respinta al mittente. Inevitabile trovare difficoltà nel cedere un calciatore pagato 222 milioni e dall'ingaggio elevatissimo, ma in una ottica di rifondazione, il brasiliano è fra i cedibili.

CLAUSOLA

Del resto, quando si Neymar, c'è sempre qualcosa di particolare. Il suo contratto precedente, reso noto qualche anno fa da Football Leaks, presentava delle clausole perlomeno curiose, che permettevano al verdeoro di guadagnare bonus anche per azioni abbastanza comuni, come fermarsi a salutare i tifosi dopo la partita. E riguardo quello firmato qualche mese fa ci sono indiscrezioni simili, riportate da ElMundo. Anzi, da quanto spiega il quotidiano spagnolo, le tariffe per...la gentilezza di O Ney sono ancora lì. Per lui ci sono oltre 500mila euro al mese per "avere la cortesia di salutare i tifosi prima e dopo le partite", di evitare "commenti negativi sulle scelte tattiche, sul club, su chi ci lavora e sui tifosi".

Neymar: 500mila euro al mese per salutare i tifosi, non criticare il PSG e andare al Santos- immagine 2

ALTRE SCRITTURENon è comunque questa l'unica clausola presente. UOL spiega che c'è anche una scrittura privata a cui il brasiliano tiene molto: quella che gli permetterà di tornare in Brasile per terminare lì la sua carriera. Del resto, O Ney ha cominciato nel Santos, la squadra che da quelle parti significa Pelè, e con la maglia del Peixe ha vinto una Libertadores prima di spiccare il volo verso l'Europa per indossare i colori del Barcellona. E proprio al suo Santos Neymar vorrebbe tornare, ecco perché, spiegano dal Brasile, ha fatto mettere per iscritto che avrà la possibilità di poter andare a regalare gli ultimi sprazzi della carriera alla sua gente. Si potrebbe obiettare che a 34 primavere, si possa ancora fare la differenza in Europa. Ma evidentemente la voglia di tornare a casa è troppo forte. E magari da quelle parti non dovrà salutare per forza i tifosi.