Milinkovic-Savic, non solo Parigi: Mendes vira verso Montecarlo?

Sirene francesi per Milinkovic-Savic: a Formello si avvicina il Paris Saint-Germain, ma all’orizzonte spunta la figura di Mendes, che prova ad inserire il Monaco nelle trattative.

di Mattia Deidda

Il mercato biancoceleste si infiamma con sei mesi di anticipo. Non si parla della sessione invernale, ma di quella estiva: secondo le ultime indiscrezioni il Paris Saint-Germain sarebbe disposto ad offrire alla Lazio 170 milioni di euro per Milinkovic-Savic. Nessun errore di battitura: impensabile credere che sia possibile, ma nell’istante in cui si realizza che la squadra in questione nell’ultima estate ha portato a Parigi Neymar per 222 milioni e Mbappé per 180, si comprende che c’è la possibilità che non si stia parlando di fantascienza.

L’ombra di Mendes

Non solo PSG. Milinkovic-Savic sta vivendo l’anno della consacrazione, e su di lui sono già pronti alcuni dei migliori club d’Europa. Tra questi spunta, cercando di apparire più grande di quanto non sia realmente, il Monaco. Impossibile inserire la squadra del Principato tra le migliori d’Europa, nonostante negli ultimi anni abbia raggiunto risultati straordinari. A voler spingere il serbo a vestire la maglia del Monaco, c’è il re del calciomercato: Jorge Mendes. Nell’ultima estate, il procuratore portoghese ha mosso i primi passi di conoscenza con la società biancoceleste: prima ha facilitato il trasferimento di Keita al Monaco, convincendo la società francese ad investire la cifra richiesta da Lotito, poi ha portato alla Lazio due giovani calciatori come Pedro Neto (2000) e Bruno Jordao (1998). Giovani promesse sulla carta d’identità, ma non certo sul prezzo del cartellino, visto che entrambi costeranno alla Lazio 25,5 milioni di euro. Tra Mendes ed il Monaco c’è un rapporto stretto, che ha portato decine di calciatori rappresentati dal portoghese a vestire la maglia biancorossa. Anzi, a dirla tutta, la società monegasca negli ultimi anni è sembrata una succursale della Gestifute del procuratore, tra gli altri, di Mourinho. L’ultima idea è quella di puntare su Milinkovic-Savic: i soldi non sono un problema neanche nel Principato.

Milinkovic-Savic, il futuro tra le proprie mani

Milinkvovic-Savic in questo momento ha l’Europa ai suoi piedi. Tutti i grandi club continuano a monitorarlo, dalla Juventus al Manchester United. La giovane età (ventidue anni), insieme alla già buona esperienza (più di 100 presenze in carriera, ma soprattutto tre stagioni in Serie A), lo rendono il calciatore perfetto su cui impostare un nuovo ciclo. Rimane quindi difficile pensare che il serbo possa accettare l’idea di andare al Monaco. Al di là dell’ingaggio (che verrebbe garantito da qualsiasi grande club), la squadra del Principato non garantisce la stessa vetrina che può regalare il PSG o, volendo, la Juventus. Ogni squadra inglese (in primis le due di Manchester) rappresenterebbe una scelta migliore sotto tutti i punti di vista. Inutile parlare poi di Bayern Monaco, Real Madrid e Barcellona. Difficile, quindi, che in questa occasione Mendes possa avere la meglio e che si debba “accontentare” delle ricchissime commissioni che anche il 170 milioni degli sceicchi porterebbero nelle sue casse.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy