Lazio-Ruiz, ok il prezzo è giusto ma…

Per portare nella Capitale Fabian Ruiz, la nuova stella del calcio spagnolo, servono ventisette milioni, ma anche e soprattutto il posto in Champions. Motivo in più per la Lazio per spingere nel rush finale.

di Redazione Il Posticipo

Ventisette milioni di euro. Una bella cifra, senza dubbio, ma come tutto nel calciomercato va messa in prospettiva. Se parliamo di un talento che fa gola a molte big d’Europa e che in biancoceleste potrebbe ripercorrere le orme di Sergej Milinkovic-Savic, che probabilmente andrebbe anche a sostituire, allora non sono troppi. Fabian Ruiz, centrocampista del Betis Siviglia, è da molti additato come il prossimo crack di centrocampo della Roja, dove se non ha ancora trovato spazio ad appena ventuno anni è solamente per la spietata concorrenza in mediana. Ma la Lazio, assieme a tante altre squadre, è pronta a scommettere sul corazziere andaluso. Quindi servono 27 milioni…e la Champions.

La prospettiva di giocare la Champions favorirebbe l’affare

Già, perchè se l’accordo con i biancoverdi non dovrebbe essere difficile da raggiungere, soprattutto se Tare partisse con in mano i soldi di una eventuale cessione del Sergente, la cui valutazione schizza sempre più alle stelle, c’è il problema Europa. Quasi tutte le squadre che stanno tentando il giovanissimo spagnolo sono pressochè certe di prendere parte alla prossima edizione della Champions League, mentre la Lazio è invischiata nel bel mezzo di una lotta a tre con Roma e Inter (anche loro interessate a Ruiz) per due posti disponibili. Presentarsi a Siviglia senza il pass continentale rischia seriamente di diminuire l’appetibilità dell’offerta biancoceleste e di indirizzare il centrocampista verso altri lidi.

Ruiz potrebbe preferire una tappa intermedia piuttosto che una big

Se invece la Lazio arrivasse terza o quarta, potremmo assistere ad un’altra storia. Ruiz è un prospetto di campione, ma come dimostra il caso di Dani Ceballos, anche lui partito dal Betis ma per approdare alla Real Casa, non è il caso di affrettare i tempi e puntare subito ai top club. La possibilità di trovare spazio nelle big non è altissima, quindi lo spagnolo potrebbe decidere di optare per una tappa intermedia dove avrebbe la certezza di essere protagonista, per poi spiccare in volo in futuro. Proprio il percorso su cui sembra avviato Milinkovic-Savic, che di Ruiz a questo punto può essere predecessore, ma anche ispiratore nella scelta di carriera. E la Lazio accoglierebbe il centrocampista a braccia aperte, dato che andrebbe a colmare esattamente l’eventuale vuoto lasciato dal (remunerativo) addio del Sergente.

Con Milinkovic o senza, un gran centrocampo per la Lazio

Ma non è detto che l’avvicendamento sia forzato e anche in caso di una permanenza di Milinkovic-Savic, lo spagnolo troverebbe certamente spazio nel centrocampo di Inzaghi. Del resto, anche con il serbo ancora in rosa, complicato lasciare fuori un talento come quello di Ruiz. Trequartista con il fisico da mediano e dal sinistro mortifero, potrebbe garantire quantità e qualità ad una mediana che nei titolari è certamente di livello altissimo, ma che manca di alternative. Il suo arrivo permetterebbe di utilizzare Parolo, fondamentale, ma avanti con gli anni, come primo cambio e come jolly. Decisamente un bel vedere. E per averlo a Formello bastano 27 milioni. E la Champions. Ma a quella la Lazio ci punta comunque.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy